Video

marcatura ce - video

Contatti

Contatti

Unimport

Unimport

Amici della sicurezza

amici della sicurezza

Come fare per …. capire il trucco

Ci chiedono spesso, privati ed addetti ai lavori: – come facciamo a scoprire se il marchio CE è falso?                    Ecco le risposte!

1 il marchio CE deve corrispondere a quello deciso dalla Direttive Europee, cioè deve essere uguale a quello presente nella nostra intestazione ( senza il reticolo ) e può arrivare ad un’altezza minima di 5 mm.

2 verificare se oltre al marchio c’è un’etichetta, su questa ci devono essere : il marchio, il nome di un soggetto residente nella CEE ( produttore o importatore ), dati identificativi del prodotto, alcune caratteristiche del prodotto es: tensione Volt di esercizio

3 tra i documenti deve esserci la dichiarazione di conformità, può essere in foglio singolo o contenuta nel manuale, ma deve essere firmata e contenere un numero identificativo dell’articolo che state indagando o del lotto a cui appartiene, la dichiarazione di conformità non può essere uno stampato generico

4 manuale di istruzione per l’installazione. l’uso e la  manutenzione, all’interno del quale può essere stampata la dichiarazione di conformità, che deve essere compilata e firmata, dal legale rappresentante della ditta venditrice/produttrice/importatrice

Se fate parte di un’autorità di controllo ( Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia di Stato, Doganieri ), potete chiedere l’esibizione del fascicolo tecnico, questo deve contenere un fac simile di tutti i documenti citati dal punto 1 al punto 4, ed in più disegni, progetti, schemi, prove di laboratorio e quant’altro serva a dimostrare che il prodotto rispetta le norme. Nota bene: nel fascicolo tecnico deve sempre esserci una o più procedure, che illustrano come il costruttore esegue i controlli sul prodotto.

Dopo aver verificato in modo positivo tutto quanto sopra, si può passare per ulteriori approfondimenti alle prove di laboratorio, per verificare specifiche caratteristiche.

Posso assicurare che, moltissimi prodotti interni alla Comunità Europea e quasi tutti quelli provenienti dall’esterno, non superano questi controlli, se poi andiamo in laboratorio, la situazione si fa ancora più pesante.

Normalmente fanno notizia solo i casi di non conformità eclatante es: la melamina nel latte, ma i casi di illegalità sono diffusissimi.

Ultima nota: un prodotto che arriva alla dogana già marcato, ma senza il nome dell’importatore, può essere sequestrato immediatamente, senza alcun ulteriore controllo, anche se tutto è a posto, il marchio CE è stato apposto da soggetto che non ne ha facoltà.

E poi qualcuno si chiede: come facciamo a proteggerci dall’invasione di prodotti esteri?   Domanda con due possibili origini: ignoranza o malafede.  La prima la si risolve leggendo bene questo articoletto, per la seconda chiediamo aiuto alla legge.

Share Button

52 comments to Come fare per …. capire il trucco

  • Lorena musaragno

    Salve, abbiamo acquistato una serie di kit lampadine led , ho notato che il marchio indicato sulle scatole è diverso di quello indicato sulle lampadine, praticamente sulla scatola risulta ( le distanze possono non essere le stesse, ma giusto per far capire ) sulla scatola il marchio C E è più largo E HA LA LINEA CENTRALE della E PIU CORTA sulla lampadina il marchio CE OLTRE AD ESSERE PIU RAVVICINATA LA E HA LA LINEA CENTRALE LUNGA.
    Sulla scatola viene indicato Made in China il nome del fornitore italiano e non risulta esserci alcun documento di conformità.
    Secondo lei è meglio togliere il dubbio e far vedere il prodotto alla Guardia di Finanza?
    Grazie e cordiali saluti

  • Salve, certamente la G.di F. potrebbe avere qualcosa da dire in merito a questi prodotti, mi sembra ovvio che sono abbastanza lontani dalla conformità formale rispetto alla direttiva,anche se non è la correttezza del marchio CE che fornisce la sicurezza, esso è pur sempre un segnale e se il segnale è sbagliato può dipendere da molte cose, la prima è l’assoluta noncuranza con cui si fanno le cose.
    Cordiali saluti.
    ing. Carraro

    p.s. se molti come Lei, considerassero le autorità come alleati e non come nemici, forse le cose cambierebbero più rapidamente in questo Paese, dove chi denuncia le irregolarità, invece di essere considerato un cittadino modello, più spesso passa per delatore.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>