Cosa significa e cosa garantisce la marcatura CE

Home/La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)/Cosa significa e cosa garantisce la marcatura CE

Cosa significa e cosa garantisce la marcatura CE

Il marchio CE ha il significato letterale di Conformità Europea ed in termini concreti è la dimostrazione grafica che il prodotto a cui è applicato rispetta le normative vigenti all’interno della Comunità Europea e che governano la produzione e la immissione nel mercato di quel prodotto.

Il marchio CE, se applicato correttamente e non in modo errato o addirittura fraudolento, garantisce che il prodotto è stato progettato, costruito e ne è stato previsto un uso, nel rispetto tottale delle normative vigenti.

analisi dei rischi

analisi dei rischi

Un prodotto con marcatura CE nasce partendo dall’analisi dei rischi che esso comporta in tutte le sue fasi di vita, dall’installazione, all’uso, alla manutenzione fino allo smaltimento.

Inoltre il costruttore è in grado di dimostrare con procedure certe, che  durante tutto l’iter  produttivo sono state adottate tutte le precauzioni per assicurare che, le caratteristiche del prodotto rimangono costanti e conformi a quanto progettato e dichiarato.

Un prodotto marcato CE deve essere sempre rintracciabile per singolo pezzo o per lotto di produzione, non solo risalendo al produttore, ma sarà  possibile risalire ai fornitori dei componenti ed alle loro caratterisitche dichiarate o testate.

Il marchio CE dichiara implicitamente che il prodotto ha una progettazione ed una documentazione specifica relativa a calcoli, prove, collaudi ed in alcuni casi la dimostrazione che un organismo notificato ne ha accertato la conformità.

conformità

conformità

By | 2017-03-29T14:14:28+00:00 luglio 22nd, 2009|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|4 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

4 Comments

  1. Renato Carraro 13 aprile 2017 at 14:27

    Salve, i produttori cinesi possono far distribuire il loro prodotto solo se hanno un mandatario in UE.
    Da quanto intuisco Lei importa questi prodotti, quindi per la legge europea Lei non è distributore, ma fabbricante, a meno che non assuma Lei il ruolo di mandatario.
    In prima battuta e senza disporre di ulteriori più approfondite informazioni, Le informo che i dispositivi per test di diagnosi non necessitano di certificati, quindi quelli disponibili sono già superflui, ma pur sempre utilizzabili, più a livello commerciale che legale, perchè è noto che un certificato o meglio la fotocopia di un certificato, eseguito su un campione ed abbinato poi ai prodotti di serie, fa sempre piacere a tutti, anche se la sola dimostrazione che offre, è relativa alla buona fede o alla stupidità, scelga Lei, di chi li richiede.
    Sono solo contro decine di organismi notificati e milioni di soggetti raggirati, ma non mi stancherò MAI di segnalare la GRANDE BUFALA, rappresentata dai certificati, creati per uno scopo certamente utile e venduti, utilizzati e richiesti per uno scopo opposto.
    Nel caso ritenesse di aver bisogno della nostra consulenza sulla legge sui dispositivi medici di diagnosi in vitro, può richiedere un preventivo.
    Cordiali saluti.
    Ing. Carraro

  2. roberto aureli 12 aprile 2017 at 17:45

    Salve.
    Avrei in programma la distribuizione di dispositivi medici (test diagostici rapidi, o rapid test) prodotti da Industrie Cinesi e Indiane, Alcuni di questi hanno il marchio CE e sono certificati dall’ente tedesco TUV sud.
    Sono divisi in due categorie di mercato : Laboratori di analisi e Farmacie ( queste ultime solo per i auto diagnostici o home test).
    Le chiedo, quelli certificati TUV e con marchio CE 0123, possono essere distribuiti alle Farmacie, o sono necessarie ulteriori registrazioni?.
    Grazie ,
    Roberto Aureli
    “digitpharma”
    .

  3. Renato Carraro 26 novembre 2013 at 09:08

    Buongiorno, la risposta esatta alla Sua domanda è NO!.
    Questa risposta dipende dal fatto che è il costruttore tramite la dichiarazione di conformità da lui firmata e con l’applicazione del marchio CE sul prodotto, che garantisce la sicurezza del prodotto.
    Innanzitutto il nome del costruttore e la sua ragione sociale devono essere noti ed accompagnare il prodotto, se questi dati mancano siamo già in presenza di una grave mancanza, in secondo luogo se il costruttore non ha predisposto il fascicolo tecnico del prodotto, dove ha raccolto anche i dati sui componenti e sulle materie prime, non è possibile fare alcuna affermazione.
    Quindi la presenza del marchio “fa supporre” che il prodotto sia sicuro, ma non ne è la garanzia, solo una verifica diretta lo può garantire.
    In merito alla presenza di amianto, i cui effetti cancerogeni sono noti dai primi anni del secolo scorso e che sono stati legalmente negati nei posti di lavoro fino a pochi anni fa (vedasi la vicenda Eternit e le morti per asbestosi, per migliaia delle quali non è stato riconosciuto alcun indennizzo) dimostra come il problema sia stato affrontato nel Bel Paese.
    C’è inoltre da aggiungere che essendo passati più di 10 anni dalla costruzione di questa stufa, il costruttore non è più neppure responsabile della sua costruzione, quindi è compito di chi la detiene ed utilizza, verificarne la sicurezza.
    La mia scelta personale oggi sarebbe l’eliminazione.
    Cordiali saluti.
    ing. Carraro

  4. Benedetto Raimondi 25 novembre 2013 at 20:50

    La presenza del marchio di conformità CE su qualsiasi prodotto riscaldante, elettrico o elettronico, è garanzia dell’assenza di amianto?
    Nel merito, mi riferisco ad una stufa termostatica per laboratori chimici, usata tipicamente per essiccare prodotti. Il prodotto è stato acquistato nel 2000, ha il marchio CE ma non c’è il nome del costruttore.
    Grazie.

Leave A Comment