Direttiva Macchine 2006/42/CE

//Direttiva Macchine 2006/42/CE

Direttiva Macchine 2006/42/CE

In questo articolo trattiamo la Direttiva Macchine 2006/42/CE e forniamo chiarimenti sulla sua applicazione.

Qual è la definizione di macchina?

L’affermazione che le macchine siano una grande famiglia è certamente pertinente.

Pensiamo che macchina è un insieme di elementi di cui almeno uno mobile senza l’ausilio di forza umana o animale.

A questo aggiungiamo che l’insieme “fune carrucola” rientra in direttiva macchine, in quanto con tale insieme si possono sollevare pesi e quindi far acquisire energia potenziale, quindi potenzialmente pericolosa ad un oggetto qualsiasi.

Pensiamo poi alle molteplici forme di energia disponibili: elettrica, vapore, endotermica, idrica, eolica, che possono mettere in movimento una parte meccanica.

Quindi il mondo delle macchine e degli accessori è realmente vastissimo e se ci guardiamo intorno troviamo macchine ovunque.

Quali prodotti sono considerati macchine?

Analizziamo i prodotti che ci circondano  per individuare quali sono delle macchine e notiamo delle stranezze che è opportuno evidenziare.

Partiamo dalle più comuni.

Gli elettrodomestici sono inclusi nella direttiva macchine?

No, gli elettrodomestici ne sono esclusi. Ma pensiamo alla lavatrice, alla lavastoviglie, al frullatore, tutti elettrodomestici che hanno parti mobili e pericolose.

Tuttavia, gli stessi prodotti se utilizzati a livello professionale, in un bar o in altro luogo di lavoro, diventano miracolosamente macchine.

Cosa dire poi di poltronadivano motorizzati considerati macchine da parte di un comitato tecnico tra i molti presenti in Europa e che una volta tanto afferma una cosa evidente?

Per contro diventa difficile affermare che un computer che ha al suo interno un miniventilatore sia una macchina, così come un acquario con una pompetta per l’acqua.

Affermazioni geniali

Ci sono poi le “genialità” tipicamente italiche. Infatti, qualche eminente esperto all’interno di associazioni di categoria affermava:

  • “una pompa non è una macchina perché senza il motore collegato non si muove.”

Questa affermazione ha spinto il legislatore a chiarire che se l’insieme è predisposto per essere collegato ad una fonte di energia è da considerarsi comunque macchina. Bisognava chiarirlo evidentemente.

Ci sono ancora in circolazione altri esperti, rintracciabili sempre nei paraggi delle associazioni di categoria. Costoro, ritenendo di fare un favore agli associati negando gli obblighi di legge, affermano che gli stampi da installare sulle presse NON sono accessori, quindi rientranti nella direttiva macchine, bensì utensili.

Quindi si equipara uno stampo, con parti mobili, a volte provvisto di cablaggi elettrici per la camera calda, ad un comune utensile da taglio da montare su un tornio o su una fresa.

La fantasia come si sa non ha limiti, ma dovrebbe rimanere al di fuori delle questioni tecniche.

Cosa disciplina la Direttiva Macchine 2006/42/CE?

La Direttiva Macchine 2006/42/CE disciplina:

  • macchine
  • quasi macchine, che sono esattamente macchine che lavorano assieme ad altre macchine
  • molte altre tipologie di prodotti

Si noti che suddetta direttiva esclude prodotti come ad esempio i motori elettrici che pur avendo almeno una parte mobile NON sono considerati macchine, ma semplicemente prodotti elettrici.

In realtà cambia poco poichè non c’è alcuna applicazione pratica che consenta di utilizzare un motore elettrico senza alcuna parte abbinata e che lo fa diventare immediatamente macchina.

Probabilmente, un doveroso omaggio alle lobbies elettriche doveva pur esserci, in questa come nella direttiva di bassa tensione (vedi considerando n.9 della direttiva 2014/35/UE).

Anche una bicicletta che consente di sollevare un peso (il corpo) ad altezze notevoli, che possono raggiungere e superare i mille metri, dovrebbe essere considerata macchina, ma qui entriamo in un ambito realmente border line e adatto a disquisizioni teoriche più che ad applicazioni pratiche.

Le biciclette devono comunque rispettare la direttiva 2001/95/CE “sicurezza generale dei prodotti” e le norme di prodotto. Quindi, gli obblighi dei fabbricanti non sono così diversi.

Come verrà sostituita la Direttiva Macchine?

La Direttiva Macchine 2006/42/CE è una legge molto interessante, di applicazione estesa e di innumerevoli aspetti pratici. Non a caso infatti è una delle più complete e complesse.

Per suddetta legge è in via di approvazione il regolamento.

Questo la sostituirà e come sempre non sarà quella “rivoluzione” di cui i non addetti ai lavori, non conoscendo né la vecchia direttiva né il nuovo regolamento si preparano a discutere dottamente.

Noi attendiamo l’approvazione di questa nuova legge, che avrà un periodo di convivenza con la attuale e poi dopo averla studiata attentamente la applicheremo ai lavori che i clienti ci affideranno.

Hai bisogno di maggiori informazioni sulla Direttiva Macchine 2006/42/CE e sulla marcatura CE delle macchine?

Ti serve il fascicolo tecnico?

La CEC.Group Ti offre assistenza sulla Direttiva Macchine e per eseguire la marcatura CE della tua macchina.

Puoi scaricare per maggiori approfondimenti:

  • Direttiva Macchine 2006/42/CE dal sito ufficiale della Comunità Europea a questo link

La nostra società può assisterti in tutto il percorso necessario per immettere i tuoi prodotti in modo legale nel mercato europeo.

Offriamo inoltre:

Si tratta di attività quotidiane per noi, che svolgiamo agevolmente e frequentemente. In base alla nostra pratica possiamo fare presto e bene ciò che può sembrare a volte farraginoso.

A questo punto, per ottenere informazioni ed eventuale consulenza non ti resta che contattarci, Ti risponderemo velocemente ed in ogni caso. Clicca qui!

Scarica la brochure che illustra tutti i servizi che CEC.group ha pensato per te:  BROCHURE CEC.GROUP 

Riteniamo utile fornire quante più informazioni possibili a chi consulta il nostro sito. Ecco i nostri ultimi articoli pubblicati nel blog:

  • detraibilità dispositivi medici (medicali)

Detraibilità dispositivi medici

giugno 11th, 2022|0 Comments

Sono molte le persone sia consumatori sia addetti ai lavori quindi fabbricanti o commercianti che ci contattano per avere informazioni sulla detraibilità dei dispositivi medici (o medicali), oltre che sulla marcatura ce. I motivi [...]

  • marcatura ce tende da sole

Marcatura CE tende da sole

giugno 9th, 2022|0 Comments

La marcatura CE delle tende da sole è una procedura obbligatoria per legge e deve essere eseguita dal fabbricante europeo (o importatore europeo) del prodotto. Le tende da sole, infatti, rientrano nella categoria dei prodotti [...]

  • importazione macchine e macchinari e direttiva macchine

Importazione macchine e macchinari

maggio 20th, 2022|0 Comments

L'importazione delle macchine e dei macchinari, così come quella di tutti i prodotti che vengono da Paesi al di fuori della Comunità Europea, è disciplinata dal regolamento N.1020 del 2019, definitivamente in vigore da [...]

  • importazione e sdognamento Regolamento 2019/1020

Importazione e sdoganamento

maggio 10th, 2022|0 Comments

Torniamo a parlare di importazione e operazioni di sdoganamento perché riceviamo molte richieste da parte di operatori commerciali che incontrano difficoltà in dogana e con il Regolamento (UE) 2019/1020. Cosa significa importare [...]

  • marcatura ce conformità barbecue

Marcatura CE barbecue

maggio 4th, 2022|0 Comments

Per stabilire l'iter corretto di marcatura CE o di conformità dei barbecue bisogna in primis analizzare la categoria alla quale appartiene il prodotto. In questo articolo Vi diamo le indicazioni necessarie per poter procedere [...]

  • marcatura ce insegne luminose

Marcatura CE insegne luminose

aprile 26th, 2022|0 Comments

La marcatura CE delle insegne luminose è una procedura obbligatoria per legge e deve essere eseguita dal fabbricante Europeo (o importatore Europeo) del prodotto. Le insegne luminose infatti rientrano nella categoria dei prodotti elettrici [...]

By |2022-02-04T14:48:31+00:00gennaio 31st, 2022|macchine ed i macchinari|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment