Anche questo è “Made in Italy”oppure?

//Anche questo è “Made in Italy”oppure?

Anche questo è “Made in Italy”oppure?

Oppure succede anche in altri Paesi?

In tempo di vacanze possiamo dare uno sguardo allo specchio e guardare qualche altro aspetto del “come siamo” e chiederci se tutti sono come noi o noi siamo come tutti, anche nelle cose più stupide, oppure come temo, abbiamo il Made in Italy anche sulle cose meno ammirevoli.

Ho appreso con molto dispiacere ed ho seguito molto assiduamente le notizie dell’incidente a Michael Schumacher  di cui penso moltissimi se non tutti hanno sentito parlare.

Ho letto vari articoli ed in qualche caso ho letto anche i commenti ed è proprio su questi che si è fermata la mia attenzione.

Ritengo che a seconda dei personali interessi, la notizia sia stata più o meno interessante, per gli appassionati di motore è stata una grave ed importante notizia, per chi si interessa di altro, solo la cronaca di un semplice incidente con gravi conseguenze.

Possiamo dire tante cose tra lo scontato e l’inutile: succedono tutti i giorni incidenti mortali e non ne parla nessuno, ogni minuto muoiono delle persone e dei bambini e non ci tocca minimamente, e poi le solite elucubrazioni sulla pericolosità di certe attività e sulla sfortuna di chi dopo avere rischiato migliaia di volte la vita a 300 all’ora rischia di morire cadendo sugli sci, usando il casco, cosa questa che fa forse uno su mille ed anche meno.

Non nego che mi è passata per la testa l’idea di mettere anche un mio commento tra i tanti, solo per auspicare una soluzione positiva di questo incidente ad un uomo che a me come ad milioni di altri ha regalato molte emozioni, e non conta se Lui guadagnava miliardi e noi invece no, anzi ne spendevamo per vederlo, era sempre il frutto di libere scelte, Sue e nostre.

Ho poi pensato che scrivere le mie impressioni in realtà corrispondeva ad un mio bisogno di apparire e non sarebbe servito né a lui né a me e per le stesse ragioni per le quali ho deciso da tempo di non scrivere sui social forum, ho lasciato perdere, pur rispettando chi invece decide diversamente.

Ma se rispetto chi scrive per esprimere il Suo dispiacere, la sua angoscia e le sue speranze per una positiva soluzione, non rispetto invece coloro che in questa come in ogni altra simile occasione, si buttano come gli avvoltoi sparando le loro emerite cazz….. alla semplice ricerca di un’attenzione, che evidentemente nella vita normale non ottengono mai.

Questi infelici cercatori dei loro 30 secondi di fama o di infamia se ne escono, con frasi di questo genere: ma se le piste (da sci) sono ben segnalate, perché le persone se ne vanno a sciare fuori pista tralasciando un “ben gli sta” più che evidente, oppure l’automobilismo e lo sci sono pericolosi, bisogna vietarli (sistema utile come il proibizionismo per l’alcool) e ancora, ma cosa ci interessa di un incidente ad un tedesco, che vada pure a casa sua, perché un pizzico di razzismo mitteleuropeo ci sta sempre bene.

Purtroppo cadendo in queste esplicite trappole, molti reagiscono a queste idiote provocazioni, animando un dibattito di biscardiana memoria, che più “Made in Italy” non potrebbe essere.

Ecco se una notizia interessante ci piacerebbe un giorno leggere da qualche parte sarebbe questa: Valanga intelligente seppellisce tutti e solo gli idioti italiani, scongiurato il restringersi di tutti i ghiacciai italiani per i prossimi 10 secoli. Salva una minoranza che però non supera il 20%. Sono certo che non ci sarebbe nessun commento a seguire l’articolo.

By | 2017-03-29T14:13:57+00:00 gennaio 10th, 2014|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment