Aspettando Monti 2

Aspettando Monti 2

Ho visto in televisione al tgla7, ma credo sia passata un pò dappertutto, l’intervista ad una rappresentante dei liberi professionisti che affermava che “noi non siamo una casta” e sono perfettamente d’accordo con questa affermazione, credo sia più corretto parlare di CORPORAZIONE.

La casta mantiene un significato ancora distintivo e con precisi connotati, in quanto accomuna persone con precise identità, mentre la corporazione mette insieme persone con un fine comune e nel caso di quelle italiane questo fine è sempre e comunque quello di ( mi si passi il termine, perché non ne trovo uno più adatto ) FREGARE il cliente.

Abbiamo molte corporazioni, tassisti, ingegneri, architetti, notai, avvocati e c’è persino udite udite , quella dei maghi, che con tutte le altre ci sta comunque bene, perché sempre di ciarlatani parliamo.

Si può definire diversamente chi si oppone al giusto compenso per i “praticanti di studio” e quindi si impegna in una strenua lotta contro il Governo Monti, perché non passi l’obbligo di pagare chi lavora per loro?

Pensate che questi paladini della difesa dei diritti (i loro diritti ai privilegi ed ai soprusi) scendono in piazza per sostenere che pagare un neo laureato che lavora per loro 8 e più ore al giorno, non è corretto e non può essere decretato per legge, non solo nei primi 6 mesi, ma neppure dopo.

Si discute di precarietà, ma perché non si indaga a chi fa comodo? Sono solo i Marcegaglia ed i Bombassei che ci guadagnano dai contratti a termine? Almeno loro un contratto lo sottoscrivono e i lavoratori in CO CO PRO li pagano, invece i notai, gli avvocati, gli ingegneri, gli architetti e via elencando, i precari non li pagano e non li vogliono pagare neppure in futuro.

Certo vedendo le immagini delle dimostrazioni NO TAV, si è portati a condannare la violenza ed è giusto, ma quella che si vede in televisione è la violenza di qualche scalmanato e che dura pochi giorni, ma come definiamo il trattamento che tutti questi “onesti professionisti, che pagano anche tutte le tasse” riservano ai loro collaboratori tutti i giorni in cui li sfruttano senza dare loro neppure un rimborso spese?

Questo comportamento è esattamente quello che nel medioevo gli appartenenti alle corporazioni dei falegnami, dei maniscalchi, dei calzolai e via dicendo avevano nei confronti dei ragazzi di bottega, quelle sono state spazzate via dalla conquista dei diritti civili, poi sono arrivate queste nuove che si chiamano ORDINI  e che grazie al buon Benito, hanno potuto e possono tutt’ora comportarsi da privilegiati impuniti, però impunti legalmente.

Certamente esistono professionisti che non sono in linea con le posizioni dei loro ORDINI, e non si sentono rappresentanti da questi figuri, ma questo accade anche per tutti quegli italiani che non si sentono rappresentati dal Parlamento, ma una domanda sorge spontanea: siamo proprio sicuri che questi rappresentanti non siano proprio l’immagine della maggioranza che li ha eletti?

L’Italia non cambierà fintanto che non cambieranno gli italiani e purtroppo la maggioranza non si indigna per queste cose ed anzi sarebbe pronta a fare lo stesso se si trovasse nella stessa situazione, per questa ragione non credo che ci sia un futuro per questo modo di concepire la vita sociale.

By | 2017-03-29T14:14:15+00:00 marzo 7th, 2012|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment