Chi fa da sé …………..

Chi fa da sé …………..

FA PER TRE O FA MALE?

Desideriamo mettere in guardia il lettori ed i partecipanti a questo blog, nei confronti di un pericolo che è sempre esistito, ma con l’avvento di internet è purtroppo aumentato.

La grande disponibilità di informazioni, che una volta si trasmetteva con i libri ed il passaparola ed oggi ha trovato nel web la su massima espressione, espone a pericoli che sono direttamente proporzionali alla quantità di informazioni facilmente reperibili.

I pericoli di questa infinita fonte di notizie sono di due tipi:

– le notizie possono essere sbagliate e quando si tratta di cose tecniche il pericolo conseguente è evidente

– le notizie possono indurre il lettore ad una conclusione molto pericolosa cioè : FACCIO DA SOLO

Rileggendo un nostro articolo sulla direttiva macchine, che è volutamente dettagliato, ci è sorto il sospetto che basandosi su quanto in esso contenuto, qualcuno non esperto e/o senza ulteriori conoscenze specifiche, potesse affrontare da solo la marcatura CE di una macchina.

Anche la disponibilità di softwares, apparentemente economici, per redigere la documentazione necessaria alla marcatura CE, aiuta il lettore ad andare in questa direzione.

ATTENZIONE! Diplomarsi o laurearsi con i Bignami, e sempre stato utile solo a Bignami! Il pezzo di carta ottenuto attraverso le scorciatoie è e rimane un pezzo di carta.

Che l’analisi dei rischi non sia una cosa da neofiti lo dimostra la storia passata e recente, la catastrofe giapponese ci serva da monito! Laddove i maggiori esperti mondiali in materia hanno fallito, pensate davvero che avrebbe fatto meglio un dilettante?

Per fare una corretta analisi dei rischi non è sufficiente, né il nostro articolo, né tutto il nostro blog e neppure i softwares a “buon prezzo”  che si trovano in molti siti. Potremmo anche discutere anche sul “buon prezzo” (pagare poco per avere  nulla, è sempre uno spreco), ma lasciamo perdere per decenza.

L’analisi dei rischi non è una cosa che si possa improvvisare, ed in alcuni casi i redattori delle norme relative a queste analisi, consigliano di costituire un gruppo di lavoro composto da vari esperti, ed indicano (le norme) varie metodologie operative.

Quindi attenzione alle semplificazioni ed alle soluzioni già pronte, questa attività condiziona la sicurezza e la vita di coloro che a vario titolo avranno a che fare con la macchina durante tutta la sua vita

Pensate che sia il caso di adottare il

FAI DA TE?

 


By | 2017-03-29T14:14:17+00:00 marzo 17th, 2011|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|5 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

5 Comments

  1. Renato Carraro 21 aprile 2011 at 08:10

    Salve, se ha un pò di tempo da investire, leggendo soprattutto le pagine principali del sito, troverà tutte le indicazioni che Le servono per comprendere cosa fare.
    Cordiali saluti

  2. Laura 21 aprile 2011 at 07:46

    Grazie per la celere risposta, e mi scuso se ho usato lo spazio commenti per delle domande.
    E sicuramente non volevo nemmeno avere gratuitamente la procedura da seguire.
    Proprio non ho chiaro cosa c’è da fare, ma non importa, cercherò meglio le informazioni che mi servono.
    Grazie
    Cordiali saluti

  3. Renato Carraro 20 aprile 2011 at 17:05

    Salve, la risposta alla prima parte della domanda è affermativa e Lei ha compreso correttamente.
    Per quanto riguarda la seconda parte le fornisco tre strade da seguire:
    – spendere un pò di tempo nel nostro blog e cercare tutte le informazioni che Le servono per comprendere cosa c’è da fare, ma ovviamente con queste informazioni non credo riesca a portare a termine la marcatura. Sapere cosa c’è da fare non significa saperlo fare
    – utilizzare il servizio di consulenza on line e fare delle domande specifiche cui noi risponderemo dopo aver quantificato il costo. Alla consulenza on line si accede dalla sezione ” Altri servizi per le Aziende” e per cortesia non utilizzi lo spazio destinato ai commenti, le domande non sono commenti.
    – richiedere un preventivo, che è gratuito e spiega cosa facciamo noi per il cliente che voglia fare la marcatura CE.
    Credo di aver illustrato in modo sufficiente le sue opportunità, ora spetta a Lei la scelta.
    Cordiali saluti.

  4. Laura 20 aprile 2011 at 16:44

    Buonasera, noi siamo una carpenteria metallica che produce “esemplari unici” e non in serie.
    Ammettendo la mia ignoranza, non ho ancora capito cosa dobbiamo fare per poter marcare i cancelli che produciamo!
    Leggendo sul vostro sito ho capito solo che non devo rivolgermi ad un’ente certificatore per fare le prove iniziali, è giusto?
    Dopodichè però non mi è chiaro l’iter che dovrei seguire.
    Chiedo gentilmente uno schemino punto per punto, dove mi si spiega esattamente e concretamente le azioni che devo fare, tipo per prima cosa fai un corso sul piano di controllo di fabbrica….ecc.
    Sperando di essere stata abbastanza chiara nella domanda, attendo delucidazioni in merito.
    Grazie in anticipo!

  5. […] Marcatura CE Post Published: 17 marzo 2011 Author: aggregatore Found in section: Tecnologia & Telefonia […]

Leave A Comment