Disonesti ed imbecilli

Disonesti ed imbecilli

Questo articolo non c’entra con il CE, ma ha certo a che fare con la Qualità, quella degli uomini, dei nostri concittadini, dell’italiano medio dei giorni nostri.

Forse avrete sentito la notizia di quel distributore preso d’assalto da 19 “normali cittadini” non da delinquenti, magari extracomunitari o Rom, che avendo constatato che una pompa erogava carburante gratis, per un guasto al sistema di controllo, si sono calati come predatori sul distributore, ed in poco tempo con le auto, ma anche con taniche al seguito, l’hanno prosciugato.

Badate bene, erano tutti “normali cittadini legati solo dalla comune conoscenza, che tramite il cellulare ha permesso una rapida mobilitazione, versa la preda a disposizione.

Tutti conoscevano il gestore, erano per lo più clienti o abitanti della zona, tutti sapevano che non stavano derubando lo stato, ma un loro simile, vessato dallo stesso sistema fiscale, dallo stesso “stato ladrone”, dalla stessa fatica quotidiana.

Quali spiegazioni o giustificazioni possono addurre questi nostri concittadini? Beh la più semplice è – ma non faresti così anche tu?- oppure – se non lo faccio io lo fa qualcun altro?- oppure- l’occasione fa l’uomo ladro- oppure- chiunque farebbe così.

Purtroppo penso che questi signori rappresentino oggi la maggioranza, quella che pensa che il numero faccia la ragione, che la vox populi sia la vox dei, che la maggioranza abbia la possibilità di modificare le più elementari leggi della convivenza sociale e sulla base  di una espressione maggioritaria, si possa diventare immuni ed impuniti.

Per questi signori sarebbe il caso di invocare la legge dell’immigrazione al’incontrario, ovvero: dimostri di non sapere rispettare le più elementari leggi della convivenze di una società? Allora Ti spediamo fuori dei confini nazionali, creando una terra di nessuno ( magari nel Sahara) potrai sbizzarrirti a trovare nuovi sistemi di reciproca predazione.

Si, perchè questi episodi dimostrano che siamo tornati all’epoca della libera predazione, almeno nell’immaginario collettivo di chi pensa che “ogni occasione è buona”, che “ogni lasciata è persa”.

L’unica nota che bilancia il disgusto di aver visto questi “onesti cittadini” con famiglia a carico e figli da educare, in fila per una rapina di gruppo anzi di branco, è il fatto che nella loro imbecillità, si sono fatti riprendere dalle telecamere dell’impianto e quindi sono stati costretti a pagare il mal tolto e poi sono stati denunciati.

Il rammarico che ci resta  è che non essendo il nostro uno stato di diritto, a questi “signori” non succederà nulla, che quella legge sull’immigrazione all’incontrario, né Bossi né Fini, la proporranno mai, perchè perderebbero voti ( per la precisione, per la stessa  ragione non la presenterà nessun altro), e che forse lo stesso derubato, se la preda fosse stato un supermercato, sarebbe stato in fila anche lui.

Magari qualcuno degli imbecilli, potrebbe pensare a presentare ricorso invocando la legge sulla privacy, perchè se i cartelli che indicavano la presenza di telecamere non erano presenti o leggibili, essendo notte, appare evidente la violazione della sfera privata.

Infatti è evidente ai più ( la maggioranza appunto ) che il rapporto con una pompa è di natura esclusivamente personale e che cosa ci si faccia assieme non può essere scrutato da occhi indiscreti, se poi la benzina fosse egiziana rischieremmo un incidente diplomatico.

By | 2017-03-29T14:14:20+00:00 febbraio 12th, 2011|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment