E se la dichiarazione di conformità fosse falsa?

//E se la dichiarazione di conformità fosse falsa?

E se la dichiarazione di conformità fosse falsa?

Quando una dichiarazione di conformità è falsa?

Quando ciò che ci stà scritto sopra non corrisponde al vero! Semplice no?

No non è così semplice, perchè esistono varie casistiche e varie situazioni, a volte create anche in buona fede e che fanno si che la Dichiarazione di conformità sia un semplice pezzo di carta.

Molti produttori sono convinti che la marcatura CE si esaurisca nella preparazione della Dichiarazione di conformità, ed a questo proposito riceviamo molte richieste volte a sapere come si fa questa dichiarazione.

Innanzitutto è necessario che chi produce, conosca ed applichi le Direttive, che sono obbligatorie e le eventuali norme che possono essere obbligatorie o volontarie.

Se un’azienda non possiede, non conosce e quindi non applica le Direttive e le Norme, nel momento in cui redige la Dichiarazione di conformità, scrive un documento nel quale palesemente dichiara un cosa FALSA, infatti non può dire di rispettare qualcosa che non conosce.

La dichiarazione di conformità può essere falsa anche se il prodotto è perfettamente a norme, perchè magari è stato copiato pari pari da un prodotto della concorrenza, ma in questo caso il produttore non ha alcuno strumento per dichiararne la conformità, al massimo potrebbe dichiarare che è conforme  al prodotto copiato, cosa questa che certamente non farà.

Non è la Dichiarazione di conformità che assolve agli obblighi del produttore, così come non rende conforme il prodotto, essa deve essere la documentazione di una realtà che viene dimostrata con ben altri strumenti, come ad esempio, l’analisi dei rischi ed il fascicolo tecnico.

Quindi ATTENZIONE : la marcatura CE NON è la Dichiarazione di conformità e non  è sufficiente quest’ultima per aver assolto gli obblighi che la legge attribuisce al produttore.

Le scorciatoie sono utili per chi conosce tutto il percorso, chi invece usa  solo le scorciatoie prima o poi si troverà qualche sorpresa sgradita.

 

 

 

 


By | 2015-03-13T18:41:21+00:00 maggio 17th, 2011|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|6 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

6 Comments

  1. Cinzia 10 febbraio 2015 at 12:06

    La ringrazio della sua gentilissima e rapidissima risposta.
    Il commento in questione è quello appena sopra al mio. Non so se Lei non vede la pagina come la vediamo noi esterni, è il Suo commento del 31 maggio 2011 delle 16:28 al post “E se la dichiarazione di conformità fosse falsa?”.

    Grazie, cordiali saluti
    Cinzia

  2. Renato Carraro 10 febbraio 2015 at 11:57

    Salve, Lei ha ragione ed io ho sbagliato, nel senso che non c’è obbligo di scrivere il numero di registrazione, anche se noi lo consigliavamo ai nostri clienti.
    Il motivo per cui non è necessario (questa è una mia ipotesi) è che mentre la marcatura CE e quindi l’etichetta è valida in tutto il territorio della UE, la registrazione vale solo nel Paese in cui viene eseguita.
    La ringrazio per la segnalazione assolutamente utile e gradita, mi fa piacere che i lettori siano così attenti a ciò che pubblichiamo e che segnalino i nostri errori.
    Avevo corretto questa cosa nel nostro lavoro di consulenza e non ho più fatto inserire il numero di registrazione nelle etichette dei prodotti, ma sinceramente non ricordavo di averlo scritto in un commento e se Lei mi indica qual’è, vado ad inserire la correzione, indicandone anche la fonte, cioè Lei.
    La saluto cordialmente e La ringrazio nuovamente.
    Ing. Carraro

    p.s. chiedo a tutti coloro che trovassero degli errori nei nostri commenti di segnalarli, ci faranno cosa gradita, il miglioramento continuo è uno degli obiettivi della qualità.

  3. Cinzia 10 febbraio 2015 at 10:38

    Egr. Ing. Carraro,
    stavo leggendo i commenti ai suoi articoli, con la volontà di imparare e rinsaldare le mie (poche) certezze (e tanto i suoi articoli quanto i suoi interventi sono sempre utilissimi a questo scopo).
    Mi sono imbattuta in quest’ultimo commento (di diversi anni fa in effetti, mi perdoni quindi se ci ritorno) dove dice che accanto al CE ci deve essere il numero di registrazione al Ministero. A quale numero di registrazione al Ministero si riferisce?
    Il numero di quattro cifre che compare accanto al CE, è il numero di identificazione dell’Organismo Notificato, qualora la procedura di marcatura ne preveda l’intervento. Non mi risulta che sia necessario apporre da qualche parte il numero di registrazione al repertorio ministeriale dei dispositivi medici (si sta parlando di elettromedicali).
    Ho una certezza sbagliata…?

    Grazie per l’attenzione

  4. Renato Carraro 31 maggio 2011 at 16:28

    Salve, le ditte americane o cinesi o comunque extra cee non possono apporre il marchio CE
    Non esiste un elenco di CE registrati, perchè è una cosa che deve fare il costruttore, quindi sarebbe un elenco di tutte le ditte presenti nella Comunità Europea.
    Accanto al CE ci deve essere il n° di registrazione al Ministero. Questa informazione è errata, la registrazione è obbligatoria, ma non va riportata in etichetta. La correzione è stata eseguita su segnalazione della Signora Cinzia, che ringraziamo nuovamente.
    Per mettersi in regola occorre fare la marcatura e lo deve fare l’importatore, che in questo caso risulta essere Lei.
    Cordiali saluti
    ing. Carraro

  5. Giovanni 31 maggio 2011 at 09:09

    Salve,
    Ho acquistato un elettromedicale dall’America.
    Vorrei essere certo che la marcatura CE sia vera.
    Esiste un elenco delle CE registrate?
    Accanto al CE ci devono essere dei numeri?
    Se non fosse vera è possibile mettersi in regola?
    Chi si deve occupare della certificazione CE? Il produttore americano, l’importatore italiano o io che l’ho acquistata?

    Grazie mille.

  6. […] Marcatura CE Post Published: 18 maggio 2011 Author: aggregatore Found in section: Tecnologia & Telefonia […]

Leave A Comment