FINALMENTE

Chi ci segue su questo blog, o semplicemente lo visita per  la prima volta, si è reso conto che non siamo mai stati “teneri” nei confronti di quei funzionari doganali, che non conoscendo le leggi o interpretandole in modo “suggestivo“, creano un sacco di problemi agli importatori.

Importatori che non fanno nulla, per chiarire a se stessi ed ai doganieri che li ostacolano nel lavoro, come stiano realmente le cose, preferendo le soluzioni all’italiana.

Ci arriva però una BUONA NOTIZIA! alla dogana di Firenze esistono dei funzionari che conoscono le leggi sull’importazione ed in questi giorni hanno dichiarato ad una persona, seguita da noi su piano documentale, che  “loro non potevano trattenere i prodotti, se questi non si dimostravano palesemente pericolosi, e li avrebbero rilasciati come:                               non idonei all’immissione in commercio“.

Ci sembra un fatto degno di nota e da sottolineare con soddisfazione, peccato che nella stessa dogana, fino a qualche giorno fa un’altro funzionario avesse detto l’esatto contrario, solo la caparbietà di una signorina è riuscita, documenti alla mano, ad ottenere l’applicazione corretta della legge.

Significativo è il fatto che questa persona non fosse italiana e quindi non avvezza al modo tutto italico di sbraitare al bar ed invece calare la testa e non solo, quando si tratta di far rispettare la legge e far valere i propri diritti, d’altronde come si può pretendere di fare rispettare le leggi se il nostro primo obiettivo è quello di eluderle?

L’aspetto negativo che accompagna la buona notizia, è che i funzionari hanno preteso una dichiarazione scritta di impegno ad adeguare il prodotto al rispetto delle leggi ( la cosa è obbligatoria, ma imporre questo rispetto non è compito della dogana),  inoltre sembra un fatto noto che da 3 anni, la stessa dogana pretenda per tutti i prodotti che vi transitano, vengano prodotti certificati rilasciati da organismi notificati, che devono essere presentati anche dopo il rilascio della merce.

Questi funzionari che si sono dimostrati preparati, sanno che questa richiesta è illegale e vale solo per certe categorie di prodotto, ma evidente è il loro modo di amministrare il loro piccolo potere, ricordandoci un proverbio siciliano “cummannare iè migghiu chi futtiri”, che tristezza! ( mi scuso se il siciliano non è corretto )

By | 2017-03-29T14:14:17+00:00 marzo 24th, 2011|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment