Marcatura CE, ISO 9001 ed altre “amenità”

//Marcatura CE, ISO 9001 ed altre “amenità”

Marcatura CE, ISO 9001 ed altre “amenità”

Occupandoci in questo sito di Marcatura CE, ci siamo chiesti se è opportuno dedicare qualche riga all’ISO 9001 e grazie anche all’interesse dimostrato dagli amici del sito Qualitiamo, abbiamo deciso che si, possiamo parlare anche di qualità, poi un giorno apriremo un blog dedicato solo a questa, ma per ora sfruttiamo questo spazio.

Abbiamo parlato di rilevatori di carenze nel sistema di gestione per la qualità ed abbiamo citato la scorretta gestione della marcatura CE, come un segno inconfutabile di un problema profondo nell’applicazione dell’ISO 9001. Questo aspetto riguarda le aziende con obbligo di marcatura CE sui prodotti, vediamo ora un altro “rilevatore” che riguarda tutte le aziende indistintamente.

In molte aziende già certificate ed in via di certificazione, un argomento che crea perplessità e dubbi è quello della gestione dei documenti di origine esterna e fortunatamente la nuova edizione delle norme ha fatto un pò di chiarezza in proposito.

Rimane però il problema di individuare questi benedetti documenti e poi di come trattarli e sta di fatto che pochissime aziende applicano il protocollo dei documenti in entrata, ritenendo che questa sia una burocrazia più adatta ad un ente pubblico che ad un’azienda privata.

Ebbene se c’è qualcosa da copiare dalla gestione degli enti è:  il protocollo dei documenti e la gestione del bilancio, e mentre di quest’ultimo sarebbe troppo complicato parlare in questa sede ( ricade anch’esso nella logica della qualità ) sul protocollo è opportuno un apporfondimento.

Come può un’azienda stabilire quali sono i documenti su cui intende basare il suo lavoro, se non li fa propri e non li identifica? Quelli prodotti all’interno del sistema, grazie anche ai programmi gestionali ed alla corretta gestione dei documenti informatici, sono in gran parte trattati in modo corretto, ma quelli provenienti dall’esterno come possono essere utilizzati se non sono neppure identificati?

Quindi se un’azienda non esegue il protocollo dei documenti in entrata, possiamo concludere senza tema di smentita , che il suo sistema di gestione ha una grossa falla e se quest’azienda per caso è certificata, allora la falla esiste anche nell’ente di certificazione.

La nostra esperienza ci indica che  il 90% delle aziende certificate, da noi conosciute, non applica il protocollo dei documenti in entrata, quindi siamo di fronte a due ipotesi, o siamo sfortunati o effettivamente il metodo di certificazione applicato, è molto labile.

Quelli che tra Voi si occupano di qualità applicata, possono verificare di persona.

By | 2017-03-29T14:14:24+00:00 dicembre 14th, 2009|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment