Marcatura CE, il tornasole dell’ISO 9001

//Marcatura CE, il tornasole dell’ISO 9001

Marcatura CE, il tornasole dell’ISO 9001

La cartina di tornasole è uno strumento semplice e talmente utile, che il suo significato ha travalicato i limiti della chimica ed oggi viene utilizzata anche nel linguaggio comune, per indicare un modo semplice per portare in evidenza qualche aspetto particolare.

Ovviamente non dice tutto e non è sofisticata, ma quando lancia un segnale cromatico, significa che ha individuato ciò che cercava.

Possiamo trovare qualcosa di simile nell’ambito della qualità? Ovvero esiste un metodo per dimostrare che un sistema di gestione per la qualità, non è gestito correttamente o peggio ancora, che una certificazione è stata “concessa”, anche in presenza di gravi non conformità?

La risposta è affermativa e si chiama Marcatura CE!

Quando un’organizzazione decide di adottare il sistema di gestione per la qualità nel rispetto delle norme ISO 9001 2008 ( ex 2000 ), deve prendere in considerazione le cosidette norme cogenti, che dovrebbe rispettare comunque, ma in questa situazione il condizionale non è più consentito.

Quindi per verificare in modo immediato, semplice ed efficace se esiste un “buco” nel sistema, una non conformità critica e di sistema, è sufficiente indagare sulla presenza o meno della Marcatura CE sui prodotti, nel caso questa sia prevista.

Sembrerebbe ovvio, che in presenza di una norma cogente e soprattutto operante nell’ambito della sicurezza di prodotto, le organizzazioni siano in regola, a prescindere dal rispetto o meno dell’ISO 9001 2008, ma così non è.

Chi scrive ha incontrato decine di aziende, con sistema di gestione per la qualità, certificate da fior di Enti Notificati, che non solo non marchiavano correttamente i prodotti, in alcuni casi non li marchiavano proprio.

La domanda sorge spontanea, possibile che Organismi Notificati, che in alcune loro aree operative forniscono anche il servizio di certificazione CE di prodotto, non controllino l’applicazione ed il rispetto delle Direttive sulla Marcatura CE, nelle aziende che certificano? Risposta : Si! Strano, ma possibile.

Questo è un altro dei tanti aspetti deformati delle ISO 9001 in Italia, dove è più facile comprare un titolo che studiare; ma non è così dappertutto, in altri Paesi i controlli esistono, e si apllica il criterio che controllati e controllori non possono e non devono avere interessi ed obiettivi comuni e che costa molto di più eludere le leggi che rispettarle.

Forse un giorno anche da noi dire ISO 9001, significherà parlare di qualità e non di carte, di gusto per il fatto bene e non nausea per moduli inutili. Forse.

By | 2017-03-29T14:14:24+00:00 dicembre 11th, 2009|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|3 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

3 Comments

  1. Renato Carraro 14 dicembre 2009 at 15:11

    Ciao, io posso parlare solo per esperienza personale e ovviamente evito il sentito dire, quindi basandomi su questi dati, Ti posso garantire che non è mia intenzione generalizzare, ma denunciare una situazione assolutamente diffusa e che rappresenta la maggioranza dei casi.
    In questo ambito, purtroppo la generalizzazione è rappresentata dal fatto di pensare che se un’azienda applica bene il sistema di gestione per la qualità, allora ciò vale per la maggioranza di esse.
    In decine e decine di aziende che io ho frequentato dall’interno, solo un 20% applicava correttamente la marcatura CE ed una percentuale di molto inferiore rispettava l’ISO 9001, e parlo di quelle già certificate,
    Vuoi un altro argomento di verifica: quante sono le aziende che applicano il protocollo ai documenti in entrata? Anche questo è un punto fondamentale delle ISO 9001 anche se non è scritto così chiaramente.
    Ho smesso di propormi come consulente di ISO 9001, perchè tra consulenti ed enti di certificazione si è fatto scempio di questa norma che secondo il mio parere è ottima. A proposito hai mai sentito qualcuno che spieghi in azienda l’origine del sistema di gestione per la qualità?
    Non è mia intenzione denigrare l’ISO 9001 nè tantomeno contraddirTi , ma le mie esperienze sono ovviamente diverse dalle Tue e forse sono solo stato più sfortunato.

    Ciao
    Renato

  2. Dario Giandeini 14 dicembre 2009 at 13:00

    Caro Renato, purtroppo la marchiatura CE spesso, per chi lavora nel settore, è un argomento fumoso. Non perché non sia un tema importantissimo, ma perché per i non addetti ai lavori, è spesso difficile capirne i limiti (fin dove è necessario approfondire e spingersi).
    Appena siamo fuori dal campo di applicazione della machiatura, se la presenza o meno del marchio CE (se è un indicatore di bontà dell’applicazione della 9001), rischiamo di (scusa) denigrare la 9001.
    Per fortuna gran parte delle aziende applica con coscienza la 9001 e la marcatura CE.
    Non vorrei generalizzassimo sull’affermazione “9001 = carte e moduli inutili” 🙂
    ciao ciao
    Dario

  3. QualitiAmo 14 dicembre 2009 at 11:25

    Anche questo segnalato su QualitiAmo. Questo è il link. Cari saluti!
    http://www.qualitiamo.com/phpBB2/viewtopic.php?t=4991

Leave A Comment