Naturalmente la crisi c’è, però ……

//Naturalmente la crisi c’è, però ……

Naturalmente la crisi c’è, però ……

L’attuale crisi economica, l’ennesima a leggere le cronache dal 1960 ad oggi (allora si chiamava “congiuntura” ) è iniziata realmente nel 2007.

Poi i vari esperti ci hanno detto che non c’era ancora nel 2008 e nel 2009 e che bastava non parlarne e l’avremmo superata.

Qualcun altro fino al 2011 sosteneva che non c’era, bastava vedere i ristoranti sempre pieni, gli aeroporti intasati, altri si stupivano dicendo:- ma chi non ha mai fatto una vacanza in barca con gli amici? e via cazzeggiando.

Chi vive la vita delle persone normali e chi purtroppo è stato colpito direttamente da questa crisi, sa esattamente sia  quando è iniziata, sia se esiste e quanto pesa.

Accadono però delle cose che in realtà lasciano perplessi ed alle quali è ben difficile dare risposte esaurienti, ne cito 2

1- sono mesi e mesi che recandomi in centro a Padova, verifico che in un centro Tim c’è sempre la coda, le persone vengono servite con il biglietto numerato e prima dell’ora di apertura, anche con queste temperature, c’è il marciapiedi intasato. Una situazione analoga l’ho verificata anche se non in queste proporzioni in altri negozi di telefonini che non ho mai visto vuoti ed anche in altre città d’Italia. Ora è vero che il telefonino è una cosa utile, ma che sia una primaria necessità mi lascia dubbioso, che poi ci siano persone che ancora non lavorano e girano con cellulari da 600-700 euro aumenta i miei dubbi, perché non credo siano tutti figli i Berlusconi.

2- noi come società abbiamo eseguito oltre cento consulenze per la marcatura CE delle sigarette elettroniche, molti nomi sono riportati sulle nostre referenze. Scoprire che c’è stato qualcuno che dopo aver pagato la nostra consulenza si è fatto convincere a rifare il lavoro da altri, pagando nuovamente e di più per un lavoro neppure completo e che è arrivato a spendere 100 euro per la seguente correzione di un “nostro errore”: la tensione indicata era 220 V, la correzione è stata di scrivere 230V, mi lascia con molti punti di domanda.

Precisato che ognuno i propri soldi li spende come vuole e quindi può acquistare 10 telefonini o farsi fare 20 consulenze per la marcatura CE dello stesso prodotto, mi domando quali siano le ragioni di un tale comportamento? Come si fa a pensare che ci sia una ragione logica nel pagare 350 € per ogni fascicolo tecnico di enne sigarette elettroniche o enne altri prodotti, tutti alimentati nello stesso modo ed appartenenti alla stessa famiglia? Misteri italiani!

Personalmente  sono convinto che fatte le debite eccezioni (le persone malate e disperate) se è stato corretto condannare Vanna Marchi per i vari reati riconosciuti, forse ci voleva anche una condanna di chi Le ha dato molte miglia di euro per acquistare dei tralci di vite per vincere al lotto o per avere fortuna in amore, magari portare impresso sulla fronte la scritta “cliente di Vanna Marchi”.

Evidentemente le mamme degli stupidi e dei disonesti sono gemelle e perennemente incinte, alla faccia della crisi.

 

 

 

 

By | 2017-03-29T14:14:01+00:00 giugno 20th, 2013|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment