Attenti agli imbrogli ed agli imbroglioni!

Attenti agli imbrogli ed agli imbroglioni!

In questi giorni, ma purtroppo questa è una realtà costante, stanno arrivando telefonate da numeri telefonici di call center, quindi non individuabili, (quelli che quando richiami non rispondono) e da cellulari, relativamente a prodotti innovativi.

In queste telefonate delle sedicenti “dottoresse” propongono, ovviamente “gratuitamente” l’installazione di depuratori d’acqua.

Il “gratuitamente” deriva dal fatto che loro hanno ricevuto dei finanziamenti pubblici e Voi (tutti noi) siamo stati sorteggiati per ricevere questo rivoluzionario dispositivo gratuitamente, o come più italicamente si dice “a gratis”.

Le “dottoresse” più sprovvedute delle loro colleghe più esperte, spacciano questi dispositivi miracolosi per dispositivi medici, sui quali ovviamente potrete richiedere il rimborso in fase di dichiarazione dei redditi e per i quali non sarà pagata da voi e versata da nessuno, l’IVA.

Queste comunicazioni assolutamente illegali non tengono conto dei seguenti aspetti:

  • Il dispositivo medico è destinato alla prevenzione ed alla cura di una malattia e di un malato, non esiste un dispositivo che cura sani ed ammalati e soprattutto deve essere dimostrata l’efficacia terapeutica nei confronti di una o più patologie.
  • Il dispositivo medico deve essere marcato CE e deve essere registrato assieme al produttore nel registro del Ministero della Salute.

Sfruttando la fiducia delle persone nei “dottori” e nelle etichette come “dispositivo medico”, questi veri e propri ciarlatani si insinuano via telefono nelle case dei cittadini, mettendo in atto vere e proprie truffe.

Un’altra delle bugie che dicono questi “dottori della menzogna” è che i costi del “dispositivo medico” si possono scaricare dalle tasse, questo è vero SOLO se si è provvisti di prescrizione medica e vale solo per i dispositivi che realmente svolgono funzione terapeutica.

Un altro esempio di pubblicità ingannevole era presente fino a qualche tempo fa in alcuni spot televisivi in onda su reti a copertura nazionale, nei quali si comunicava che un noto materasso veniva venduto “con dispositivo medico”.

Deve essere chiaro che un materasso può essere dispositivo medico, se cura qualche patologia e le agevolazioni valgono come per tutti i dispositivi, solo in presenza di prescrizione medica.

Un cittadino sano, che non soffre per fortuna, di alcuna patologia, non ha bisogno del materasso “dispositivo medico” ed anche se lo acquista non ha diritto ad alcun beneficio fiscale.

Inoltre, affermare che un prodotto viene venduto non “come”, ma “con” (notate l’assonanza dei termini) dispositivo medico, altro non è che pubblicità ingannevole.

Attenzione consumatori gli imbrogli sono all’ordine del giorno e passano anche attraverso false cure provenienti da falsi dispositivi medici e da falsi dottori.

Tenete sempre alta la guardia.

By | 2018-03-19T11:33:23+00:00 marzo 19th, 2018|Il nostro Becco Giallo|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment