Idealista, ingenuo o cretino?

Idealista, ingenuo o cretino?

La domanda riguarda me e nessun altro, quindi non corro il rischio di una denuncia per calunnia, pur avendo detto la verità, una volta mi basta ed avanza.

I miei ideali, la mia morale, la mia etica, in realtà tutte parole strane al giorno d’oggi, fuori moda o usate spesso solo come “doverosi” complementi di circostanza.

Nella realtà oggi non si parla più di ideali,  così come sempre meno si parla di valori ed anche nel campo delle normative, dopo il tentativo di mettere in risalto con le Vision, i valori delle aziende e degli uomini, si è lasciato perdere e le Vision sono diventate nuovamente ISO 9001. Meglio parlare di regole, più o meno volontarie, più o meno rispettate e lasciare perdere i valori, perchè oggi i valori sono solo quelli finanziari, decretati dalle borse.

Tornando al titolo, mi sono ritrovato a farmi questa domanda in una circostanza piuttosto particolare.

Ho scoperto, tramite le informazioni raccolte da alcuni contatti arrivati dalla rete, che il più importante venditore on line del mondo, di cui non faccio il nome per ovvie ragione, ma che certamente tutti conoscete, mettiamo che si chiami A……, se non altro perchè salta fuori in tutte le ricerche via web, richiede ai fornitori, che vogliono vendere utilizzando i suoi siti, delle garanzie sui prodotti che vengono venduti.

Questa attività, tesa a garantire sia questo colosso della vendita on line, sia gli acquirenti in merito alla sicurezza dei prodotti, è certamente un’attività utile ed encomiabile, però ……..

A cosa serve e chi garantisce un documento in cui sta scritto: “questo documento riguarda esclusivamente il campione che è stato testato, non dice nulla sulla produzione di serie. ” ?????

Quello che viene venduto tramite questo sito mondiale, è per l’appunto un prodotto di serie, per il quale vale molto di più il controllo della produzione, messo in atto dal produttore, piuttosto che non uno sterile certificato.

Però A……. chiede solo il certificato, come mai?

Buona fede o ignoranza, queste sono le risposte possibili, che sono le stesse che valgono per le autorità di controllo, che si fanno continuamente prendere in giro, chiedendo a destra ed a manca, i certificati.

Un prodotto rispetta la legge e può essere immesso legalmente sul mercato, quando chi lo immette ha predisposto e tiene a disposizione il fascicolo tecnico, il cui contenuto può essere approfondito navigando su questo sito.

Stabilito che A……. invece di appurare se il produttore ha il fascicolo tecnico, chiede SOLO il certificato, ho contattato l’unico contatto di questo grande gruppo di vendita, cioè il servizio clienti.

Ho spiegato che sapevo che il servizio clienti non era il contatto corretto, per ciò che dovevo comunicare e su questo ha convenuto anche la seconda persona con cui ho parlato, dato che della prima avevo perso le tracce.

Mi è stato comunicato, dopo circa 20 minuti di telefonata e con imbarazzo da parte dell’operatore, che il dipartimento che si occupa del rapporto con i produttori non è contattabile, ma che mi sarebbe arrivata una mail con un indirizzo a cui rivolgermi.

Dato che la stessa promessa mi era stata fatta anche dal primo operatore, dato il secondo operatore mi sembrava molto interessato alla cosa e molto coinvolto, però non mi è arrivato nulla da entrambi, sospetto che neppure gli operatori possano inviare mail verso l’esterno, ovvero parole molte, ma documenti nessuno, niente tracce, niente rischi.

La riflessione finale su tutta questa vicenda è semplice: le persone oggi valgono esclusivamente  in base al loro valore di consumatori, non esistono altri aspetti legati alla nostra esistenza, che interessino alle multinazionali, a prescindere da ciò che ci devono vendere.

Quindi se si tratta di seguirci, per aiutarci a spendere, non ci sono problemi, ma se devono in qualche modo ascoltarci, per  qualsiasi cosa, che non sia legata ad un nostro esborso, non valiamo neppure il tempo di una mail.

Ora è chiaro che aver pensato, che A…… ci tenga veramente alla sicurezza dei prodotti che vende o aiuta a vendere, ed alla sicurezza dei consumatori, mi identifica come cretino, in quanto ho ritenuto che esistessero ancora valori come, il rispetto e la correttezza, tutte cose da idealisti ingenui, ormai fuori del nostro tempo.

Però ora anche Voi sapete, quale siano le garanzie che Vi vengono fornite, parole molte, sostanza assente.

By | 2017-03-29T14:13:27+00:00 gennaio 26th, 2017|Il nostro Becco Giallo|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment