Ignoranza senza limiti

Ignoranza senza limiti

Sul titolo di questo articolo eravamo incerti, perchè poteva essere anche:

  • l’ignoranza al potere
  • ignoranza e disonestà
  • ignoranza e presunzione

e poi molti altri, ma l’uno vale l’altro e l’ignoranza è sempre la protagonista, ma non da sola.

Ci sono stati inviati i documenti con i quali è stata indetta una gara d’appalto per l’acquisto di indumenti di vario genere.

Avrebbero potuto essere indumenti per uso lavorativo, quindi da considerarsi come DPI, ma nella gara era specificato a grandi lettere “materiale promozionale”.

Non c’è dubbio che chi indice una gara d’appalto abbia il diritto di chiedere tutte le specifiche che ritiene necessarie, ma altrettanto non Vi è dubbio che non possa richiedere comportamenti o documenti illegali.

Ci è già capitato che per una gara per la fornitura di batterie per autobus fosse richiesta obbligatoriamente la marcatura CE ed in quel caso qualche giustificazione poteva esserci, anche se essendo il prodotto destinato all’automotive, non doveva e non poteva essere marcato CE.

Certamente non c’è alcun dubbio però che su: magliette, felpe, pantaloni, pantaloncini, cappellini, k-way, sacche, zaini monospalle, sacche-borse e teli, il marchio CE sia proprio una cosa che non c’entra nulla.

Ovviamente non c’entra nulla la marcatura CE ed ancor meno i certificati CE, pure e semplici invenzioni, fondate su una crassa ignoranza.

Scartando l’ignoranza potrebbe venire il sospetto che tutto sia stato organizzato ad arte per consentire agli “amici” ed agli “amici degli amici”, già pronti con compiacenti certificati, ad aggiudicarsi una gara d’appalto palesemente  fondata su richieste illecite.

Marcare CE questi prodotti non solo non è richiesto da alcuna direttiva, ma è anche illegale e punibile dalla legge.

Ora che abbiamo avvisato gli interessati, chiamati a partecipare alla gara, ci sono varie possibilità:

  • qualcuno presenta un esposto alle autorità
  • nessuno ha nulla da obiettare e partecipa al gioco truccato

Ciò che è certo è che l’ignorante estensore del capitolato d’appalto, pagato con i nostri denari, rimarrà in ogni caso al suo posto e continuerà vita natural durante a fare danni e non solo.

Noi più di scriverne non possiamo fare, chissà che prima o poi qualcuno che può, non si decida ad intervenire.

By | 2015-11-26T18:51:16+00:00 novembre 26th, 2015|Il nostro Becco Giallo|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment