Italiani, brava gente …….

Italiani, brava gente …….

Sugli italiani si potrebbe scrivere un’enciclopedia, ed uno dei maggiori interpreti dell’italianità dei suoi tempi, che però mantiene gli stessi tratti fondamentali, è stato Alberto Sordi.

Peccato per quelli che non lo hanno conosciuto (meglio per loro, perchè sono giovani), forse avrebbero imparato ad osservare meglio al quotidianità che ci circonda.

Si potrebbe raccontare una storia al giorno, ma proprio di vita vissuta, non raccontata da altri.

Ecco una storia di ieri.

Un cliente tempo fa aveva iniziato un lavoro, pagato regolarmente l’acconto, ed aveva chiesto un paio di incontri presso il nostro studio, cosa questa piuttosto rara (lavoriamo via internet con tutto il mondo) ed anche non proprio incentivata da noi, perchè normalmente quelli che vengono, lo fanno per carpire il massimo delle informazioni, per poi sparire, ma non ci sembrava questo il caso.

Invece ….. dopo aver avviato il lavoro, trascorsi alcuni mesi di silenzio, dopo alcune mail senza risposta, ho iniziato a fare alcune telefonate ed il cliente finalmente ha risposto, spiegandomi che non si era più fatto sentire, perchè il progetto era stato abbandonato. Forse il dispiacere per un insuccesso lo aveva reso timido.

Che dire? Ci paghi, dato che il lavoro lo abbiamo eseguito tutto? Sarebbe stato inutile ed anche poco elegante, dato che lui aveva investito parecchio in quel progetto. Naturalmente avevo fatto anche altre ipotesi, ma erano solo fantasie.

Ma ecco la sorpresa, ieri in un social network professionale, mi compare davanti un bel viso sorridente, a fianco di un’altrettanto bella apparecchiatura, frutto del progetto “abbandonato”.

Ho pensato fosse il caso di esprimere sul social network, il mio compiacimento per l’esito positivo di un progetto “abbandonato”, non ho fatto alcun riferimento, nè al nostro rapporto di lavoro, nè tanto meno al suo comportamento, pure e semplici congratulazioni, che ovviamente nei suoi confronti erano ironiche, ma l’ironia la poteva comprendere solo lui.

Ebbene, proprio quel signore, così restio a rispondere alle mie mail, che chiedevano dell’avanzamento del progetto, ed alle mie telefonate per sapere che fine avesse fatto, dopo circa due minuti due, mi ha inviato questa mail:

“buonasera ing. Carraro ho appena letto il suo “commento” su linkedin… l’ho cancellato ritenendolo inopportuno ancorché fuori luogo. In nessuna occasione il progetto XXXXXX è stato dichiarato abbandonato (falso). Le ricordo che nel contratto sottoscritto lei si è impegnato alla riservatezza.. cosa che ha violato con il messaggio su linkedin (falso). Cordiali Saluti. Firma”

Dunque le mie congratulazioni non sono piaciute, tant’è che la foto ed il contatto sul social network sono immediatamente scomparsi. Ma non bastava togliere il mio commento?

Evidentemente la coda di paglia è più efficace di molte altre sollecitazioni, chi ha la coscienza a posto, non teme nè le critiche, nè l’ironia.

Questo signore può cancellarsi da tutti i social che vuole, ma la sua faccia allo specchio la vedrà in ogni caso tutti i giorni, e me ne rallegro, questi furbastri prima o dopo dovranno rendere conto almeno a sè stessi.

Oppure no? Non sono forse io l’illuso che parla ancora di coscienza, dopo che questa parola è scomparsa dal dizionario del linguaggio corrente ormai da decenni? La usava mio padre, e me ne ha sempre parlato diffusamente, ma da quei di, ne è passata di acqua sotto i ponti e se i personaggi di Sordi, ispiravano sorrisi dolci-amari, i personaggi di oggi (larga maggioranza purtroppo), ispirano solo una grande pena. Sono questi il futuro del Paese.

In ogni caso preferisco illudermi ed ispirare la mia vita a dei valori che arrivano dal passato, piuttosto di appartenere alla modernità italiana, che è degnamente rappresentata da questo “personaggio” e da molti altri che appaiono quotidianamente sui teleschermi.

 

By | 2017-03-29T14:13:39+00:00 dicembre 8th, 2015|Il nostro Becco Giallo|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment