Sulla vita non si risparmia!

Sulla vita non si risparmia!

A proposito dei prodotti cinesi e più in generale delle merci provenienti dal mercato extra CEE, non abbiamo mai avuto una atteggiamento di ostilità.
Crediamo che la legge di mercato comporti una sana concorrenza ed alla fine la convenienza per il cliente finale.
Il prodotti “cinesi” intesi come di bassissima qualità, pericolosi o copie spudorate di prodotti di marca europea ed italiana in particolare, non se li inventano i cinesi dalla sera alla mattina, ma sono richiesti dagli importatori, che come tutte le categorie annoverano al loro interno un cospicuo numero di lestofanti, che a fronte di altissimi guadagni ( si tratta di 10-20 volte il costo di acquisto ) non esitano a vendere robaccia ed a mettere in pericolo la nostra stessa vita.
Il futuro del mercato occidentale di massa sarà contraddistinto da una stragrande maggioranza di prodotti asiatici, non solo cinesi dato che questi inziano ad essere “troppo cari” per gli importatori.
Siamo sempre stati favore dei buoni prodotti, a prescindere dal luogo di origine e pensiamo che il mercato si conquista con la capacità di fare impresa e non con i blocchi alla dogana.
Esistono però dei “però” e riguardano quei prodotti che devono superare determinati test di sicurezza e che possono mettere a rsichio la vita di chi li acquista ed anche degli altri.
Ci riferiamo in questo caso agli pneumatici prodotti in Cina e privi di ogni tipo di indicazione impressa sul fianco.

La legge prevede che questi prodotti siano OMOLOGATI, ovvero abbiano superato un lunga serie di test molto accurati, che servono a stabilire se essi possiedono le caratteristiche previste per poter essere montati sui modelli di automobili che li prevedono come idonei.
Se acquistare un lampadario o un giocattolo, proveniente dalla Cina ( ma vale per qualsiasi altro Paese extra CEE ), può essere rischioso qualora nella filiera ci siano degli operatori disonesti, ma il pericolo è comunque limitato, utilizzare invece degli pneumatici non omologati significa:
– mettere in pericolo la propria vita
– mettere in pericolo la vita degli altri
– rendere inefficace la copertura assicurativa obbligatoria

quindi il vantaggio di qualche centinaio di euro al momento dell’acquisto, si potrebbe trasformare in un costo di centinaia di miglia di euro, per non dire di più.
A questo punto sorge spontanea una domanda:– SIETE PROPRIO SICURI DI VOLER RISPARMIARE NELL’ACQUISTO DI PNEUMATICI “CINESI”? –.
Il nostro consiglio per i prodotti che possono cambiarVi la vita, è di rimanere sulle marche note e tradizionali, è vero che anche quelle fanno produrre in Cina, ma affrontano costi di molte migliaia di euro per garantirci la qualità, quindi NON RISPARMIAMO SULLA VITA!

By | 2017-03-29T14:14:15+00:00 marzo 20th, 2012|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|2 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

2 Comments

  1. Renato Carraro 20 marzo 2012 at 23:49

    Caro Auro, il Tuo giudizio mi fa piacere, anche perché sei la prima di tutte le persone intervenute in questo blog, che io conosco di persona, quindi apprezzo ancora di più il commento.
    Nel merito della questione, sulle auto e sui veicoli in genere si devono montare parti e componenti omologati, cioé rispondenti a precisi requisiti tecnici, che sono parimenti riconosciuti dalle autorità e dalle case produttrici, per cui non siamo liberi di utilizzare ció che vogliamo, ma dobbiamo necessariamente rispettare certe regole per la nostra ed altrui sicurezza.
    Gli pneumatici rientrano nel settore automotive che ha regole molto piú ferree delle direttive sulla marcatura CE.
    Infatti nessuna parte dell’auto é marcata CE, perché sarebbe come richiedere la licenza di scuola elementare a qualcuno che si é laureato, assolutamente fuori luogo, inutile e ridicolo.
    Se non utilizziamo parti omologate per i componenti relativi alla sicurezza o modifichiamo l’assetto dell’auto nessuna assicurazione risponderà in caso di incidente, con tutte le conseguenze del caso.
    Ciao.

  2. Auro 20 marzo 2012 at 19:56

    Trovo l’articolo estremamente interessante soprattutto per il punto: – rendere inefficace la copertura assicurativa obbligatoria.
    Non lo sapevo.

Leave A Comment