Bassa tensione, ora i dubbi sui certificati sono a zero!

/, Il nostro Becco Giallo/Bassa tensione, ora i dubbi sui certificati sono a zero!

Bassa tensione, ora i dubbi sui certificati sono a zero!

In questi ultimi due anni, ovvero fino all’entrata in vigore definitiva della nuova direttiva sulla Bassa Tensione, che è avvenuta lo scorso mese di Marzo, abbiamo sottolineato varie volte su questo sito ed in tutti i nostri contatti, come il legislatore fosse stato perentorio nei confronti degli organismi notificati e dei loro certificati.

In premessa della direttiva, nel considerando n. 9 c’è scritto: “La presente direttiva non prevede alcuna procedura di valutazione della conformità che richieda l’intervento di un organismo notificato.” Questa frase significa che non è richiesto alcun certificato per la bassa tensione.

Questa frase rappresenta una unicità assoluta, non si legge in nessuna direttiva ciò che non si deve fare, normalmente le leggi dicono ciò che si deve fare e puniscono ciò che si fa in contrasto con esse.

Abbiamo ipotizzato che tale straordinario atteggiamento, fosse dovuto al vero e proprio schifo, rappresentato da ciò che gli organismi notificati fanno in relazione ai certificati, che presentano come necessità assoluta SEMPRE, inducendo a credere in cose non vere ed a spendere migliaia di euro inutilmente.

La conferma di questo atteggiamento dei legislatori europei, nei confronti dei certificati di Bassa Tensione o LVD, l’abbiamo avuta andando a leggere le direttive per le quali gli organismi notificati sono riconosciti appunto “organismi notificati“, ovvero abilitati a rilasciare certificati ufficiali.

Ebbene la direttiva 2014/35/UE, NON COMPARE!

In un primo tempo abbiamo pensato ad un errore di stampa, una dimenticanza del tipografo, poi abbiamo verificato i singoli organismi e nessuno di questi è notificato per la direttiva 2014/35/UE, il che significa che non sono abilitati a rilasciare certificati che citino questa direttiva.

Ora ciò che abbiamo ripetuto enne volte, è stato ufficializzato con fatti concreti, la direttiva 2014/35/UE non rappresenta più terreno di “pascolo” per gli organismi notificati, quando Vi propongono di fare un certificato LVD o Bassa Tensione, Vi stanno semplicemente imbrogliando e se ne volete avere conferma, chiedete che Vi mettano per iscritto cosa Vi rilasceranno.

Questa importante novità non è certo merito nostro, ma il merito di averla segnalata già da due anni e non aver trovato nessuno che abbia diffuso questa notizia, ce lo prendiamo.

Siamo orgogliosi di:

  • dire la verità, così come sta scritta sulla legge.
  • di informare i nostri lettori e chi ci contatta sul reale valore dei certificati.
  • di chiarire il ruolo degli organismi notificati e di mostrare la disinformazione che molti di essi utilizzano, per procacciarsi il lavoro ingannando i clienti.

Ora la verità è chiara, documentata e rafforzata da una presa di posizione ben definita dell’autorità europea e di tutto questo potete trovare conferma visitando il sito NANDO, che contiene tutto ciò che è ufficiale sulle leggi europee relative alla marcatura CE. 

Come sempre noi non chiediamo fiducia, forniamo le informazioni, assieme ai riferimenti per verificare ciò che scriviamo e diciamo.

Riportiamo di seguito l’elenco delle direttive presenti nel NANDO, potete notare come spicca l’assenza della 2014/35/UE.

. 89/686/EEC Personal protective equipment  PDF
. 90/385/EEC Active implantable medical devices  PDF
. 92/42/EEC Hot-water boilers  PDF
. 93/42/EEC Medical devices  PDF
. 94/25/EC Recreational craft  PDF
. 96/98/EC Marine Equipment  PDF
. 97/23/EC Pressure equipment  PDF
. 98/79/EC In vitro diagnostic medical devices  PDF
. 99/5/EC Radio and telecommunications terminal equipment  PDF
. 2000/9/EC Cableway installations designed to carry persons  PDF
. 2000/14/EC Noise emission in the environment by equipment for use outdoors  PDF
. 2006/42/EC Machinery  PDF
. 2008/57/EC Interoperability of the rail system within the Community (Recast)  PDF
. 2009/48/EC Safety of toys  PDF
. 2009/142/EC (ex-90/396/EEC) Appliances burning gaseous fuels  PDF
. 2010/35/EU Transportable pressure equipment  PDF
. Regulation (EU) No 305/2011 – Construction products  PDF
. 2013/29/EU Pyrotechnic articles  PDF
. 2013/53/EU Recreational craft and personal watercraft  PDF
. 2014/28/EU Explosives for civil uses  PDF
. 2014/29/EU Simple pressure vessels  PDF
. 2014/30/EU Electromagnetic compatibility  PDF
. 2014/31/EU Non-automatic weighing instruments  PDF
. 2014/32/EU Measuring Instruments Directive  PDF
. 2014/33/EU Lifts and safety components for lifts  PDF
. 2014/34/EU Equipment and protective systems intended for use in potentially explosive atmospheres (recast)  PDF
. 2014/53/EU Radio equipment  PDF
. 2014/68/EU Pressure equipment  PDF
. 2014/90/EU Marine equipment
. Decision 2009/750/EC (implementing Directive 2004/52/EC) – Interoperability of Electronic Road Toll Systems  PDF
. Regulation (EC) No 552/2004 – Interoperability of the European Air Traffic Management network  PDF
. Regulation (EU) 2016/424 Cableway installations

 

 

 

By | 2017-03-29T14:13:31+00:00 luglio 13th, 2016|apparecchiature elettriche, Il nostro Becco Giallo|0 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

Leave A Comment