Marcatura CE schede elettriche ed elettroniche

/, compatibilità elettromagnetica/Marcatura CE schede elettriche ed elettroniche

Marcatura CE schede elettriche ed elettroniche

Le schede elettriche/elettroniche e le centraline elettriche rientrano sempre in almeno una Direttiva che prevede l’obbligo di marcatura CE.

marcatura ce schede elettriche ed elettroniche

Schede elettriche ed elettroniche, così come le centraline fanno parte integrante della nostra vita quotidiana. Spesso non le vediamo perché integrate nei prodotti di comune utilizzo e ci accorgiamo della loro esistenza solo quando non funzionano.

Il ricorso all’elettronica è sempre maggiore e sempre in continuo sviluppo in tutte le apparecchiature che utilizziamo ed in tutte le attività. Non è più il settore informatico o elettrico che fa ricorso a tali prodotti. Essi infatti, si trovano anche in agricoltura, nel commercio e sostanzialmente in tutte le attività.

Marcatura CE schede elettriche ed elettroniche obbligatoria

Le schede elettroniche, le centraline elettroniche, i controller sia per la domotica che per l’industria, sono tutti disciplinati da direttive che impongono l’obbligo della marcatura CE. In alcuni casi possono essere due, in altri possono essere fino a cinque direttive (2014/53/UE, 2014/35/UE, etc.). In nessun caso però, possono essere immesse in commercio senza un adeguato fascicolo tecnico. Questo deve essere presente presso la sede del fabbricante.

I prodotti devono essere accompagnati al momento dell’immissione in libera pratica da:

  • istruzioni di installazione, uso e manutenzione (SEMPRE in una delle lingue ufficiali del paese in cui verranno immessi);
  • dichiarazione di conformità
  • Etichetta con il marchio CE.

NOTA: la marcatura CE “fisica” su schede elettriche ed elettroniche (quindi solo il simboletto e/o etichetta) può anche essere omessa se i destinatari del prodotto sono dei professionisti del settore (per esempio aziende che rivendono il prodotto con il loro brand).

ATTENZIONE: il fatto che il marchio CE possa essere omesso fisicamente sul prodotto, non significa che esso non debba essere sottoposto a tutta la procedura di marcatura CE. La procedura di marcatura CE si documenta con il fascicolo tecnico, sempre e comunque necessario.

Non è il simbolo che fa la sicurezza, ma tutto l’iter di conformità!

La nostra società può assistere gli operatori in tutto il percorso di marcatura CE di schede elettriche ed elettroniche e di conformità alla direttiva sulla sicurezza.

Tutta la procedura inizia dall’analisi dei rischi (sicurezza dei prodotti) e si conclude con il servizio post vendita ed in tutte le procedure previste dalle varie direttive che riguarda i prodotti.

Infine per ottenere informazioni ed eventuale consulenza contattateci, Vi risponderemo velocemente ed in ogni caso.

Se hai una webcam ci potremo anche vedere con Skype, e non saremo solo una voce o una mail.

Siamo i migliori? Non spetta a noi dirlo, ma certamente siamo onesti!

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

2 Comments

  1. Renato Carraro 7 aprile 2021 at 17:07

    Salve, ho già risposto a questa “domanda” sulla mail privata.
    Ovviamente questa è una vera e propria richiesta di consulenza e non una questione di carattere generale, pertanto non può trovare spazio in un blog pubblico.
    La consulenza è cosa diversa dal fornire indicazioni generali sulla marcatura CE.
    Ritengo che ogni lavoro, che sia tale, non opera nel campo dei dialoghi, ma in quello della professionalità.
    Il fatto che un professionista si renda disponibile a diffondere informazioni di carattere generale, non implica che abbia deciso di fornire consulenza gratuita.
    Tutto ciò è scritto nelle pagine generali del sito, ma può sfuggire, quindi non c’è alcun problema, ma ci tengo a precisare che la consulenza non si distribuisce su blog o chat, almeno noi non lo facciamo.
    Cordiali saluti
    Ing. Carraro

  2. Domenico 4 aprile 2021 at 19:50

    Buonasera Ing. Carraro,
    trovo il suo sito e il suo blog veramente interessante e ben strutturato, complimenti.
    Lavoro per un’azienda per produce amplificatori per antenne installate su autovetture.
    Ci hanno detto che i nostri prodotti rientrano della direttiva RED.
    Abbiamo seguito tutta procedura per poter marchaire CE i nostri prodotti (ad esempio fascitolo tecnico con tutte le info necessarie, misure Radio, Misure EMC e misure SAF. Per ora tutto OK. Il problema è la marchiatura, ovvero inserire il simbolo CE sulla nostra etichetta. Purtroppo la nostra etichetta è molto piccola e non riusciamo ad inserire il marchio CE. Poiche noi vendiamo i nostri prodotti ad una Cliente (esempio FCA), questi sono completamente assemblati all’interno nelle auto (plant di produzion etutti europei).
    Durante la spezione, noi inviamo non inviamo singoli amplificatori in una confezione, ma centinaia di amplificatori. Attualmente non abbiamo un documento di “accompagnamento” dove inserire eventualmente lì il marchio CE e utilizziamo cartoni standard e non personalizzati. Abbiamo letto che eventualmente possiamo inserire lì il logo CE, ovvero o sulla confezione generale oppure su un possibile documento di accompagnamento.
    Noi sinceramente saremo interessati ad un’altra soluzione e non riusciamo a trovare nessuno che possa fornirci una risposta.
    Ho letto sul vostro sito la seguente affermazione in merito alla marchiatura CE delle schede elettriche ed elettroniche:

    copio e incollo testualmente (https://www.marcaturace.net/le-apparecchiature-elettriche/marcatura-ce-schede-elettriche-ed-elettroniche)

    “NOTA: la marcatura CE “fisica” su schede elettriche ed elettroniche (quindi solo il simboletto e/o etichetta) può anche essere omessa se i destinatari del prodotto sono dei professionisti del settore (per esempio aziende che rivendono il prodotto con il loro brand).

    ATTENZIONE: il fatto che il marchio CE possa essere omesso fisicamente sul prodotto, non significa che esso non debba essere sottoposto a tutta la procedura di marcatura CE. La procedura di marcatura CE si documenta con il fascicolo tecnico, sempre e comunque necessario.

    Non è il simbolo che fa la sicurezza, ma tutto l’iter di conformità!”

    Noi siamo perfettamente conformi alla normativa RED fatta eccezzione dell’ultimo passo ovvero mettere il marchio CE sul prodotto.

    Poiche non inmettiamo sul mercato il nostro prodotto (ma è la macchina che è immessa sul mercato), possiamo evitare di inserire il marchio CE sul prodotto e lasciare a nostro Cliente FCA il compito di fornire l’eventuale documentazione in merito? Ovviamente noi dovremmo inviare tutta la documentazione ad FCA ma ripeto il prodotto paradossalmente non avrà il marchio CE.

    Quello del marchio è molto importante in quanto ad esempio per la stessa ragione ora FCA vende alcuni modelli anche in UK e ci hanno chiesto di inserire il marchio UKCA sull’etichetta dei nostri prodotti ma non purtroppo non abbiamo spazio sul prodotto. In questo caso FCA funge da importatore giusto? Vale tutto quello che ho scritto sopra? Un’eventuale “fermo” dei veicoli alla dogana UK, i nostri prodotti (che non sono assolutamente visibili dall’esterno”, non possono essere smontati per verificare se vi è il logo UK o CE? Ripeto, tutta la conformità del nostro prodotto la possiamo dimostrare e la inviamo al nostro Cliente.

    Grazie mille
    Domenico

Leave A Comment