Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)

//Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)

Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)

Ho preso a prestito la frase del titolo, perchè mi sembrava la più adatta a descrivere l’episodio di cui riferisco in questo articolo.

Riporto integralmente questo scambio avvenuto su skype, evitando qualsiasi pubblicità all’interlocutore, per farvi toccare con  mano fino a che limiti può arrivare la stupidità, anche se penso che possa andare molto più in là, il testo è un pò lungo, ma volendo risparmiare tempo si può andare anche solo allo scambio del giorno 16, però se volte potete leggere tutto, personalmente non ho commenti da aggiungere.

 

[12/10/2013 11:43:34] interlocutore: Buongiorno Ing. Renato, quando e se ha disponibilità vorei chiederle un informazione

[12/10/2013 12:15:06] renato carraro: Dica pure

[12/10/2013 12:16:00] interlocutore: buondì le farei leggere un  (ci possiamo dare del tu?) una mail che ho inviato loro ieri

[12/10/2013 12:16:27] interlocutore: Sig. Lara allora, facciamo il punto sulla situazione.

 

Ora le invio il certificato del COSTRUTTORE del suddetto apparecchio il quale dovrebbe soddisfare totalmente le richieste di questo agente. Se così non fosse procederemo per vie legali con la richiesta dei danni che ci state causando a seguito di questo ritardo.

Intanto le chiedo di inviarci il DECRETO LEGGE per cui il certificato va fornito da qualche azienda scritta in qualche albo.

Non sono nuovo a queste storie con la dogana, ma mi rincresce esprimermi con questi toni, purtroppo a volte bisogna far capire ai doganieri che siamo competenti e non sprovveduti.

IL CERTIFICATO DI CONFORMITA’ VA’ REDATTO DALLA DITTA PRODUTTRICE O DALL’IMPORTATORE ELENCANDO LE NORMATIVE RISPETTATE RICHIESTE. LE HO ALLEGATO ANCHE IL FILE DOVE PUO’ TROVARE LA CITAZIONE EVIDENZIATA IN VERDE E SE VUOLE LE INVIO ANCHE TUTTE LE LEGGI IN MATERIA.

Poi la invito a mettermi in contatto, o ad inviarmi i dati dell’agente doganale in questione in quanto verrò contattato dal mio avvocato in mattinata.

Domani stesso se sul sito dhl non vedo sbloccata la mia spedizione sarà citata purtroppo anche lei dal mio legale nell’esposto che sta preparando.

Comunque vada domani stesso, informeremo la Guardia Di Finanza su quanto sta accadendo con una lettera scritta.

Distinti Saluti Antonio XXXXXXX  (testo della comunicazione inviata allo spedizioniere su nostra indicazione)

[12/10/2013 12:28:00] renato carraro: Va bene per il tu, va bene anche il resto vediamo cosa succede

[12/10/2013 12:35:05] interlocutore: intanto venerdì non ha risposto infinite grazie

[12/10/2013 12:35:17] interlocutore: le ho inviato questo alla sig. lara dhl

[12/10/2013 12:44:25] renato carraro: Vediamo lunedì, magari il fine settimana porta consiglio

[12/10/2013 12:46:00] interlocutore: grazie mille

[12/10/2013 12:46:40] renato carraro: Prego

[12/10/2013 12:47:13] interlocutore: (sun)

[12/10/2013 12:47:51] renato carraro: Qui piove 🙁

[12/10/2013 12:48:46] interlocutore: nel salento no :-)=

[12/10/2013 13:34:18] renato carraro: Qui c’è anche neve a pochi chilometri, beato Lei.

[14/10/2013 16:41:00] interlocutore: ciao renato la dhl non mi ha più risposto e il pacco è fermo in dogana

[14/10/2013 16:41:38] interlocutore: è sempre la stessa storia ogni volta ormai

[14/10/2013 16:41:38] interlocutore: http://www.dhl.it/content/it/it/express/ricerca.

[14/10/2013 18:16:15] renato carraro: fai una raccomandata con ricevuta

[14/10/2013 18:16:41] interlocutore: ahh

[14/10/2013 18:17:17] interlocutore: grazie

[15/10/2013 11:46:30] interlocutore: salve sig. renato

[15/10/2013 11:46:47] interlocutore: sto parlando con la ditta cinese che mi fornisce tutti gli apparati elettrici

[15/10/2013 11:47:14] interlocutore: li sto spingendo a fare questa benedetta marcatura cee per tutti i prodotti

[15/10/2013 11:47:19] interlocutore: una volta per tutte

[15/10/2013 11:50:29] renato carraro: ma loro non la possono fare

[15/10/2013 11:50:49] interlocutore: aaaah… e perchè?

[15/10/2013 11:51:02] renato carraro: perchè sono cinesi

[15/10/2013 11:51:07] interlocutore: ha ha

[15/10/2013 11:51:15] interlocutore: discrminati al massimo

[15/10/2013 11:52:39] renato carraro: tutti coloro che non sono europei NON possono fare la marcatura CE, i prodotti devono rispettare direttive e norme ma gli exta europei essendo fuori Europa NON possono essere regolati dalle leggi europei, mai sentito parlare di competenza territoriale?

[15/10/2013 11:52:51] *** interlocutore ha creato una conversazione di gruppo con newxxxxxxxx.

Mostra la conversazione del gruppo ***

[15/10/2013 11:53:28] renato carraro: in Italia esistono problemi di competenza tra Milano e Roma non pensa che esista tra Roma e Pechino?

[15/10/2013 11:53:40] interlocutore: si, quindi se lui vuole pagare questo pezzo di carta come si può procedere?

[15/10/2013 11:55:28] renato carraro: lei si fa dare i soldi, ma la marcatura CE servirà solo a Lei, a lui non servirà a nulla, tutte le marcature CE che loro mettono sui prodotti sono illegali, non bisogna confondere prodotto a norme e procedure di marcatura, il primo deve essere a norme per circolare in Europa le seconde sono la dimostrazione che è a norme e le può fare SOLO un europeo, perchè solo un europeo è soggetto alle leggi europee

[15/10/2013 11:56:35] interlocutore: ok quindi volendo farla io stesso per il momento c’è una soluzione affinchè non mandino il pacco indietro?

[15/10/2013 12:06:26] interlocutore: renato possiamo parlare al cell ?

[15/10/2013 12:06:37] interlocutore: ho il fornitore che mi chiede cose

[15/10/2013 12:06:55] renato carraro: 335 7815770

[15/10/2013 16:19:48] interlocutore: sig. renato la disturbo nuovamente per indicarle questa risposta dallìagenzia Buongiorno,

di seguito le giro la risposta ricevuta dal funzionario. Restiamo in attesa di Vostre istruzioni su come intendete procedere.

“Vi indico il link seguente:

http://ec.europa.eu/enterprise/newapproach/nando/

Potete facilmente verificare che le certificazioni CE provenienti dalla CINA e da HONG KONG,  non sono riconosciute. Occorre una certificazione di un ente comunitario. Dal link potete entrare nel sito e verificare anche quali sono i Paesi extraCE le cui certificazioni sono riconosciute. Per quanto riguarda il caso specifico, visto che il vs cliente aveva dichiarato di voler far testare il prodotto in Italia per ottenere la relativa certificazione di Conformità, occorre mettere in atto una procedura specifica per la quale il soggetto importatore introduca in deposito sotto vigilanza doganale la merce, prestando adeguata garanzia del pagamento dei diritti, e richiedendo i test e le verifiche del caso sulla sua merce. Una volta ottenuta la documentazione, la merce potrà essere immessa in libera pratica e la cauzione restituita. Se deciderà di procedere con tale modalità, sarà vostra cura ricontattare la Dogana per attuare la procedura. ”

[15/10/2013 16:22:15] renato carraro: Non so cosa volete da noi?????

[15/10/2013 16:22:28] interlocutore: niente scusa

[15/10/2013 16:22:59] interlocutore: pensavo mi volessi dare qualche aiuto a procurare la marcatura ce

[15/10/2013 16:23:06] interlocutore: in qualche modo che non ho idea.

[15/10/2013 16:30:51] renato carraro: certo, ma non posso mettermi a discutere con altri che esprimono altri pareri. Ora dovrei dire che ciò che hanno scritto questi signori è sbagliato ecc ecc, creando a Voi confusione e non arrivando da nessuna parte. Il mio lavoro è fare il consulente. La consulenza la do a chi me la chiede  e si fida di ciò che gli dico. Non ho alcun interesse ad aprire discussioni con tizio o caio. Io conosco il mio lavoro e tutto ciò che e ho scritto è corretto ed è ciò che sta scritto sulla legge. Chieda per esempio a questi signori se un certificato SGS o TUV che Le invia un cinese è valido oppure no? Ma per questa strada non arriviamo da nessuna parte. Ripeto se Lei ha bisogno della mia consulenza sono a disposizione, se vuole che facciamo un dibattito sulla marcatura CE, non sono disponibile.

[15/10/2013 16:31:17] renato carraro: mi ha chiesto il numero di cellulare, pechè non mi ha chiamato?

[15/10/2013 18:16:25] interlocutore: era occupato Ing. Renato e poi ho iniziato a lavorare. Grazie e scusi il disturbo cmq.

[15/10/2013 18:19:40] renato carraro: Nessun problema, quando ha necessità inerenti alla marcatura CE, sa come trovarmi, per altre questioni non relative allo svolgimento del nostro lavoro, non sono in grado di aiutarLa. Saluti.

[15/10/2013 18:20:23] interlocutore: Io dovrei solo trovare un azienda che mi fà questa marcatura la chiamerò per parlare di questo e niente altro.

[15/10/2013 18:21:09] renato carraro: questo è il lavoro che facciamo noi, ma Lei lo sa perchè è una delle prima cose che Le ho comunicato

[15/10/2013 18:21:35] interlocutore: Allora passiamo alla fase finale.

[15/10/2013 18:21:49] interlocutore: MI SERVE UN CERTIFICATO DI CONFORMITà PASSABILE IN DOGANA OGNI VOLTA CHE IMPORTO

[15/10/2013 18:21:52] interlocutore: ALIMENTATORI

[15/10/2013 18:21:57] interlocutore: MACCHINETTE PER TATUARE

[15/10/2013 18:21:59] interlocutore: TERMOFAX

[15/10/2013 18:22:24] interlocutore: POSSO INVIARLE LA FOTO O QUELLO CHE VUOLE MI SERVIREBBE UN PREVENTIVO SERIO.

[15/10/2013 18:23:07] renato carraro: No Le serve la marcatura CE di questi prodotti, i certificati devono essere presenti a monte e se non ricordo male Lei me li ha già fatti vedere, ma non vorrei fare confusione con altri

[15/10/2013 18:23:25] interlocutore: quindi chiudo il negozio?

[15/10/2013 18:23:36] interlocutore: i cinesi non li hanno e non possono farli

[15/10/2013 18:24:10] renato carraro: non è possibile, li hanno tutti i cinesi, non è possibile che solo i suoi fornitori non li abbiano

[15/10/2013 18:24:47] interlocutore: Ing. Renato

[15/10/2013 18:25:00] interlocutore: mi serve un azienda riconosciuta che mi fà questa marcatura

[15/10/2013 18:25:05] interlocutore: non ci dilunghiamo

[15/10/2013 18:25:18] interlocutore: la dogana questo vuole e io sono solo qui in una chat e devo lavorare.

[15/10/2013 18:26:00] renato carraro: neppure io ho tempo da perdere, quindi è meglio lasciare perdere, evidentemente non sono in grado di spiegarmi, colpa mia

[15/10/2013 18:28:09] interlocutore: mi sà che non mi spiego io

[15/10/2013 18:28:21] interlocutore: forse il suo eccesso di competenza sta creando problemi.

[15/10/2013 18:28:38] interlocutore: questo agente doganale mi chiede un certificato ce

[15/10/2013 18:29:25] interlocutore: secondo me è pura estorsione ma non so come fare a darglielo. Se c’è un azienda che mi stampa questo certificato e lo mando loro mi sbloccano il pacco. il resto non mi interessa

[15/10/2013 18:32:16] renato carraro: questo agente doganale o è incapace ed ignorante o è disonesto o tutto insieme, il certificato potrebbe anche non esistere perchè non è richiesto dalla legge, solo in Italia sia le autorità di controllo che i doganieri che non sono nulla, li chiedono come se fossero la soluzione magica. per i prodotti che Lei ha citato non sono necessari certificati ma esclusivamente la marcatura CE con relativa dichiarazione di conformità che deve firmare Lei. Vada alla Guardia di finanza ed esponga il problema

[15/10/2013 18:33:23] interlocutore: e se lui è ignorante io devo intraprendere un macello ing. Renato

[15/10/2013 18:33:52] interlocutore: lo so che è un furfante ma ogni volta che importo è così.

[15/10/2013 18:35:31] renato carraro: no se Lei importa i prodotti già marcati, se vuole Le fornisco gli indirizzi di decine di nostri clienti che continuano ad importare come gli abbiamo insegnato noi, senza alcun problema, il fatto è che Lei ha già fatto arrivare la merce ed ora è in un vicolo cieco, perchè in mezzo c’è questo xxxxxne

[15/10/2013 18:35:53] interlocutore: si parole sante.

[15/10/2013 18:36:12] interlocutore: eppure avevo chiesto al cinese di mettere nel pacco questo…

[15/10/2013 18:36:32] interlocutore: asp scusi non voglio rubare tempo quando mi dice di chiudere chiudiamo

[15/10/2013 18:37:11] renato carraro: non si preoccupi, se parliamo di cose concrete io non ho problemi

[15/10/2013 18:37:23] interlocutore: (y)

[15/10/2013 18:40:10] renato carraro: ok questo è un certificato e può andare bene, ma il prodotto è comunque senza documenti sufficienti che ne indichino la corretta marcatura, il xxxxxne non ha diritto a fermare il prodotto ma lei non può venderlo in queste condizioni, quindi non è neppure in grado di dimostrare di essere in regola

[15/10/2013 18:40:28] interlocutore: ok

[15/10/2013 18:40:45] interlocutore: cmq poi ne ho mandato un altro europeo di un altro termofax però….

[15/10/2013 18:41:05] interlocutore: ora mi dicono che neanche questo va bene

[15/10/2013 18:43:07] renato carraro: il problema è che non esisterà mai un certificato che va bene, Le hanno scritto qualcosa? e se si cosa?

[15/10/2013 18:46:54] interlocutore: l’ultima mail è quella di prima

[15/10/2013 18:49:25] renato carraro: questa è una dichiarazione di conformità ed è ciò che dovrà fare Lei quando farà la marcatura Ce dei prodotti, tra l’altro questa non è neppure firmata e quindi non va bene ed è in inglese quindi va bene solo in Inghilterra

[15/10/2013 18:50:20] interlocutore: Mi posso creare una dichiarazione timbrata e firmata da me in cui elenco le normative di riferimento che l’apparecchio rispetta e la mando?

[15/10/2013 18:51:29] renato carraro: Certo però la dichiarazione è solo una piccola parte della marcatura quindi se lei non fa tutto il procedimento è come mettere il bollino su una patente falsa

[15/10/2013 18:53:41] interlocutore: capito.

[15/10/2013 18:53:51] interlocutore: allora intanto lo faccio e vedo che succede ok?

[15/10/2013 18:54:14] interlocutore: la ringrazio ing. Renato

[15/10/2013 18:54:20] interlocutore: ora tolgo il disturbo

[15/10/2013 18:54:25] interlocutore: grazie mille

[15/10/2013 18:54:36] renato carraro: ero quasi certo che avrebbe scelto questa strada

[15/10/2013 18:54:58] interlocutore: io faccio quello che mi dice lei mi dica.

[15/10/2013 18:55:38] renato carraro: no è meglio che faccia quello che ritiene giusto, così poi non ci sono problemi di nessun genere

[15/10/2013 18:57:38] interlocutore: ma io a disposizione vostra voglio mettermi ed eseguire i suoi consigli

[15/10/2013 18:58:48] renato carraro: allora ripeto un’altra volta, che Lei deve fare la marcatura CE di questi prodotti ed alla fine si farà la dichiarazione di conformità, mi pare di averle anche inviato il preventivo o sbaglio?

[15/10/2013 19:01:27] interlocutore: se gentilmente mi può inviare o far sapere il preventivo?

[15/10/2013 19:03:53] renato carraro: ecco il preventivo (allegato preventivo in pdf)

[15/10/2013 19:23:20] interlocutore: con questo certificato ho una garanzia scritta che non avrò altri problemi in dogana?

[15/10/2013 19:24:18] renato carraro: assolutamente no, questo è ciò che serve per poter vendere i prodotti rispettando la legge, contro i xxxxxni non esistono garanzie di alcun genere

[15/10/2013 19:26:25] interlocutore: ok le farò sapere eventuali sviluppi.

[15/10/2013 19:27:00] renato carraro: ok, a disposizione, buona serata

[09:20:21] interlocutore: Buongiorno sig renato.

[09:20:54] interlocutore: sono la mogkie di antonio, per la questione della marcatura ho letto che non si hanno garanzie…

[09:21:21] interlocutore: perchè sia passabile in dogana

[10:07:31] renato carraro: Certo, perchè essendo il blocco in dogana illegale, come si può evitare in modo certo? Se un vigile Le mette la multa (inventata) Lei come fa ad essere certa di poterla evitare? Questa garanzia non esiste come non esiste nessun antifurto che garantisca che un ladro non possa rubare. Tra chi rispetta le regole e chi non le rispetta non ci può essere confronto, vince sempre il secondo, almeno nei tempi brevi. Il gioielliere che spara al ladro va in galera, il ladro che spara al gioielliere è libero dopo 3 mesi, come mai?

[10:10:27] interlocutore: ci hanno detto che l’ente deve essere in questa lista voi ci siete?

[10:10:28] interlocutore: http://ec.europa.eu/enterprise/newapproach/nando/index.cfm?fuseaction=country.notifiedbody&cou_id=380

[10:12:24] renato carraro: non rispondo più a queste domande

[10:12:40] interlocutore: sei solo un imborglione cretino

[10:12:49] interlocutore: vai a sparare puttanate altrove

[10:13:15] interlocutore: siete solo una fabbrica di menzogne che ci specula su.

[10:14:00] interlocutore: mi stanno facendo la procedura una ditta seria, vi svergognerò ovuqneu possibile, aivolgia a comprare domini con la parola marcatura e cazzate simili

[10:14:52] interlocutore: MA CREDI CHE COL TITOLO DIO INGEGNERE FASULLO LE PERSONE CI ABBOCCANO TUTTE? IGNORANTE

[10:18:30] renato carraro: Non si preoccupi pubblicherò io tuttala nostra conversazione sul nopstro blog, non serve che perda tempo Lei, me ne occupo io

[10:21:01] interlocutore: ci sono stato già sul suo blog, infatti scriverò qualcosa in merito. Secondo me lei è solo un imbroglione che cerca di far soldi con questa stupide consulenza poco professionali perchè deve solo accalappiare malcapitati che naoo problemi in dogana. il certificato cee quando lo chiedono BISOGNA FARLO PRESSO UN ENTE SEGNALATO NELLA LISTA NANDO. LO MANDI IN DOGANA E TI PASSANO IL PACCO FINE DELLA SCENEGGIATA. SIGNOR INGEGNERE DISCOCCUPATO.

By | 2017-03-29T14:14:00+00:00 settembre 16th, 2013|La Fattoria degli Animali (Rassegna stampa)|9 Comments

About the Author:

Sono l'ing. Renato Carraro, laureato in meccanica e specializzato in gestione aziendale. In 40 anni di attività professionale ho conosciuto moltissime aziende di varie dimensioni ed in tantissimi settori economici. Mi occupo di marcatura CE da quando questa è diventata obbligatoria per le aziende, cioè ormai da 20 anni. I miei studi e le mie esperienze mi consentono di affrontare problematiche tecniche molto diverse, nei più disparati ambiti industriali. La consulenza che posso fornire è relativa alle norme da applicare ed alle direttive da rispettare. Il nostro studio fornisce inoltre consulenza sui seguenti ambiti: - registrazione di marchi - brevetti - perizie - progettazioni ( oleodinamiche e meccaniche ) - sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 2015

9 Comments

  1. Renato Carraro 18 ottobre 2013 at 17:28

    La scelta giusta è acquistare l’indispensabile, poco o nulla e cercare che sia italiano, cosa peraltro difficilissima.
    Ciò che viene da fuori UE, a parte le marche famose che chiaramente costano, non offre alcuna garanzia di sicurezza.
    Gli importatori al massimo possono mettere a norma i documenti, ma non i prodotti.
    Bisognerebbe fare una grandissima campagna per boicottare TUTTO ciò che viene da fuori UE ed con marchi che non hanno sede in UE.
    Per quale ragione quelle che hanno sedi in UE danno più garanzie? Perché in UE ci sono dei loro funzionari, facilmente raggiungibili dalle nostre leggi e questi si guardano bene dal sottoscrivere dichiarazioni di conformità senza la conformità reale, per tutto il resto c’è solo la legge della jungla.
    Pensi che solo ieri mattina la prima mail mi è arrivata da un imprenditore italiano in Cina per lavoro che era disperato, perchè in Italia 15 finanzieri gli stavano sequestrando tutto il capannone compresa la macchinetta con cui stampava i CE sui prodotti che non avevano il marchio.
    Questo signore affermava in perfetta buona fede, che alcuni accessori funzionali per computer non necessitavano di marchio CE e che lui lo stampava solo sui prodotti a cui i cinesi non lo avevano messo, quindi mi chiedeva se potevo intervenire presso i finanzieri per spiegare loro che stavano sbagliando tutto. Per lui la marcatura coincideva con stampare il marchio e letteralmente è corretto.
    Gli ho fatto presente che una volta tanto i militi stavano facendo le cose corrette e che purtroppo era lui a non essere in regola e quindi non potevo aiutarlo e soprattutto non esprimevo alcun giudizio nella questione, per non creargli altre difficoltà e confusione.
    Diversamente dalla “dama” di cui sopra, questo signore mi ha ringraziato, e mi ha detto che appena rientra mi contatterà, perchè vuole mettersi in regola facendo le cose correttamente.
    Certo potrà redigere il fascicolo tecnico per ogni prodotto, certo mi potrà chiedere la consulenza (buon per me), ma in realtà lui non modificherà di una virgola la sicurezza di quei prodotti, ed io pur chiarendo che intervengo solo sulla parte documentale e che mai mi sognerei di valutare allo scopo di certificazione un prodotto proveniente da fuori UE di cui non posso verificare il sistema produttivo, mi sento in parte complice di un sistema che comunque consente a dei prodotti con “le carte a posto” di circolare liberamente, quando invece dovrebbero rimanere nei Paesi d’origine.
    Il mio consiglio è quindi: compare poco, che quel poco sia venduto da rivenditori noti e che sia di marche famose, se poi si riesce a comprare italiano è la miglior cosa.
    Se anche gli imprenditori invece di andare a fare le cose fuori UE conoscessero le leggi e le sfruttassero a loro beneficio, con campagne di informazione serie e non semplicemente protezionistiche e/o propagandistiche, forse sarebbe più semplice uscire dalla crisi ed avremmo prodotti più sicuri, ma si sa che per gli italiani le cose lineari sono irrealizzabili.
    Cordiali saluti

  2. Luca 18 ottobre 2013 at 15:58

    Buonasera,
    da spedizioniere non posso che confermarle che l’ improvvisazione da parte degli importatori è pane quotidiano o quasi…
    Non so se c’è da ridere o da piangere, ma addirittuara a volte con alcuni ricevitori
    mi devo mettere lì al telefono mentre loro sfogliano i documenti BASILARI che il fornitore
    ha mandato (bill of lading/fattura estera/packing list…)e devo dire:
    “questo me lo mandi, questo lo può tenere non mi serve, vede il certificato di origine? no? è quello colore verde… e via così come se stessi parlando con dei bambini dell’ asilo… quando incontro soggetti del genere (E SOTTOLINEO, MAGARI SONO SOLO SPROVVEDUTI IN TOTALE BUONA FEDE) mi viene da pensare: ma perchè non te la compri da qualche italiano che sa come si lavora, invece che andare ad ordinarla in Cina? perchè costa meno? bene, se scegli questa soluzione però dovresti informarti sulle procedure/vincoli etc etc…
    da quando conosco il suo blog i pensieri però si sono fatti ancora più cupi… (ma almeno non vivo nell’ ignoranza) e mi chiedo:
    ma questi signori sapranno mettere a norma questa merce dopo averla importata e prima di commercializzarla?
    Sinceramente preferisco non darmi risposta, perchè altrimenti non comprerei più nulla e andrei a vivere in una grotta… lei mi dirà: verifichi la presenza del marchio CE..
    e io penso: certo che lo verifico, ma se il prodotto che ho fra le mani con il bel marchio CE stampato sulla confezione è stato importato da soggetti che credono che la marcatura CE è solo un bollino da applicare…… in questo caso l’ unico pensiero che mi rimane è che un po’ di sana ignoranza ti potrebbe fare vivere meglio… (anche se è comunque la scelta sbagliata)
    distinti saluti

  3. Renato Carraro 18 ottobre 2013 at 14:40

    Salve, purtroppo questa “signora” ed il suo povero marito fanno parte di una larga schiera di persone che pensano che in qualsiasi lavoro basta l’improvvisazione.
    L’importazione è una cosa seria che prevede professionalità, conoscenza dei mercati, dei prodotti e delle leggi che regolano il commercio.
    Come tutte le innovazioni, tv, cellulari e molto altro anche internet e la globalizzazione hanno i loro risvolti negativi, ora è sufficiente una mail ed un bonifico per acquistare qualsiasi cosa ovunque e poi rivenderla.
    Tra l’assoluta mancanza di controlli e l’altrettanto assoluta mancanza di rispetto delle leggi sulla sicurezza, ci troviamo nel mezzo di una crisi che è figlia della globalizzazione e dell’incapacità di adattamento ad essa dei nostri governanti.
    Appare quindi poca cosa il fatto che migliaia di sprovveduti improvvisati si proclamino “importatori” e ci inondino di prodotti senza alcuna sicurezza, questo è un altro dei prezzi da pagare al rispetto delle scelte della maggioranza. Mettendo assieme stupidità e democrazia il risultato non può essere che questo.
    Grazie per il commento e cordiali saluti.

    p.s. sia chiaro che non ho nulla contro la democrazia, però contro la stupidità ho molti sentimenti e nessuno positivo.

  4. Luca 18 ottobre 2013 at 14:14

    Buongiorno,
    il linguaggio da dama di alta società utilizzato si commenta da sè e non mi ci soffermo ulteriormente…
    Evidentemente questo importatore voleva risolvere il problema, non importa in che modo…
    la serietà loro la misurano sul tenore delle risposte date, se piacciono sei serio, se non piacciono ti meriti solo insulti…
    Distinti saluti

  5. Renato Carraro 18 ottobre 2013 at 10:41

    Rispondo a tutti questi commenti semplicemente con un GRAZIE!
    Chi ha qualcosa da dire lo dice, chi non ha nulla da dire insulta per trovare ragione, ma il problema vero è che conoscere la verità spesso mette a nudo i propri problemi ed è più semplice insultare chi dice la verità, piuttosto che accettarla.
    La mia prima reazione è stata di incredulità, rammarico, rabbia poi a mente fredda è rimasta solo la pena, per chi deve passare tutta la vita in compagnia di un “sé stesso” di questo genere. A chi può venire in mente di usare la parola “disoccupato” come offesa?
    Grazie di nuovo a tutti Voi che avete lasciato i commenti, a chi ne lascerà degli altri, anche negativi, e grazie alle migliaia e migliaia di persone che visitano e seguono il nostro blog, Voi ci permettete di vivere facendo un lavoro che ci piace e nel contempo sentirci utili, NON possiamo chiedere di più.
    ing.Carraro

  6. Luca Medori 18 ottobre 2013 at 10:11

    Mi avvalgo della consulenza dell’Ing. Carraro e devo dire che mi ha fornito subito, con professionalità e nel contempo semplicità di esposizione, tutti i chiarimenti inerenti i vari aspetti della marcatura CE. Ritengo che ci sia molta confusione su questo tema e questo ingenera insicurezza nelle aziende che spesso si trovano di fronte a speculatori, ma questo non è il caso dell’Ing. Carraro che invece mi ha piacevolmente rassicurato ed edotto sul da farsi non dovendo pagare nulla di più del giusto compenso.

  7. Enzo 18 ottobre 2013 at 10:09

    Buongiorno, credo che la lingua italiana spesso e volentieri sia poco comprensibile, soprattutto a chi non ha orecchi per comprendere bene cosa si sta dicendo. Stiamo cercando di certificare i nostri prodotti, o meglio marchiare i nostri prodotti con la dicitura CE,ed in giro nessuno ne sa niente. Solo l’ing. Carraro è riuscito a chiarirci un pò le idee. Se la signora ha avuto problemi con la dogana, è li che doveva risolverli.
    E magari i doganieri avevano ragione a non far passare la loro merce. Noi abbiamo seri problemi di prodotti in commercio compatibili cinesi che non hanno nessun marchio e sono praticamente quasi illegali, ma nessuno li blocca o li rimanda indietro. Buon Lavoro a tutti. E se non facciamo arrivare prodotti dall’estero forse lavoriamo di più noi che produciamo in italia. Saluti Enzo

  8. Piero Landi 16 ottobre 2013 at 14:39

    Lascio con piacere la testimonianza a favore dell’Ing. Carraro. Noi produciamo lavabi a Marrakech e dopo alcuni anni ho finalmente riscontrato la giusta professionalità nella consulenza del Dott. Ing. Renato Carraro. Devo dire che le informazioni disponibili, relative alla marcatura CE, per noi piccoli produttori sono difficilmente reperibili e per lo più contrastanti. Di certo la consulenza del Dott. Renato Carraro ci ha fornito indicazioni e riferimenti precisi e chiari, rimandando ogni sua azione a testi e decreti ufficiali. Nienete di così chiaro ed apprezzabile sia da un punto di vista professionale sia per efficienza ed efficacia. Cordialità

  9. Antonio 16 ottobre 2013 at 14:20

    Il sig. Interlocutore credo abbia un pò di idee confuse sulla marcatura e sul Suo lavoro ing. Carraro. 🙂 In generale, quando si finisce con l’offendere e l’insultare l’essere umano mostra sempre la propria natura.

Leave A Comment